Il gruppo altoatesino Alperia punta alla veneziana Green Power

Diffusa la semestrale con risultati in netta crescita con ricavi complessivi in rialzo del 15% e EBITDA in aumento da 93,4 a 105,1 milioni di euro. 

0
246
Alperia Wolfram Sparber e Johann Wohlfarter

Il gruppo energetico altoatesino Alperia, terzo produttore idroelettrico nazionale con 1,4 GW di capacità installata grazie a oltre 40 impianti in Alto Adige interamente posseduto dagli enti locali, guarda ancora fuori dei confini della provincia per ampliare la propria sfera d’azione dopo il fallimento del tentativo di acquisire parte delle attività di Ascopiave, puntando questa volta alle attività della veneziana Green Power, quotata sull’Aim Italia e con sede vicino a Venezia.

Alperia punta a rilevare il 72% del capitale di Green Power detenuto dai fratelli Davide e Christian Barzazi finalizzato a rafforzare il gruppo altoatesino nel campo dei servizi dell’efficientamento energetico in tutto il Nord Italia, inserendo l’acquisizione nel solco già tracciato l’anno scorso quando è stato acquisito Bartucci e la società di vendite Sum.

Green Power è specializzata nell’installazione di sistemi di efficienza energetica, fotovoltaici (e di relativo accumulo) e di pompe di calore e consentirebbe ad Alperia di aumentare la propria presenza sul mercato finale dei consumatori energetici, cui offrire in modo integrato elettricità, gas, servizi ad alto tasso tecnologico e digitale, portandola su mercati territoriali dove il gruppo altoatesino non è ancora presente in forze. Green Power annovera una rete commerciale propria oltre che di agenti, attivi in tutto il Nord: ha chiuso il 2018 con un fatturato di 17 milioni e un Ebitda di 2 milioni.

Intanto, Alperia ha reso noti i risultati conseguiti nel primo semestre 2019. I ricavi complessivi di Gruppo si sono attestati a 746,3 milioni di euro, in notevole aumento rispetto all’anno scorso (+97,7 milioni) grazie soprattutto al consolidamento per la prima volta della controllata Alperia SUM (attiva nel settore della vendita di energia elettrica e gas).

Nel semestre considerato la produzione idroelettrica è risultata in calo del 9% rispetto a quella dello stesso periodo dell’anno precedente a causa dello scioglimento ritardato, rispetto a quanto avvenuto nel 2018, della neve accumulatasi abbondantemente nel corso dello scorso inverno.

Il prezzo medio dell’energia registrato presso la Borsa elettrica è stato pari a poco più di 55 euro/MWh, in aumento del 2,4% circa rispetto al 2018.

L’EBITDA di Gruppo è risultato pari a 105,1 milioni di euro contro 93,4 milioni di euro del primo semestre 2018. Il confronto tra i due anni non è tuttavia omogeneo in quanto beneficia del cambio del perimetro di consolidamento, della classificazione tra le Discontinuing Operations di alcune società e dell’applicazione del nuovo principio contabile internazionale IFRS 16 (Leasing).

L’utile netto di Gruppo dei primi sei mesi del 2019, pari a 24,9 milioni di euro, è stato particolarmente positivo se confrontato con quello registrato l’anno precedente, pari a 17,8 milioni; tale positivo risultato beneficia di un’operazione una tantum effettuata dal Gruppo rappresentata dall’affrancamento fiscale di alcuni “intangible assets” rappresentati dal valore di alcune concessioni idroelettriche.

In notevole aumento sono risultati anche gli investimenti effettuati nel periodo considerato pari ad oltre 36 milioni di euro (nel 2018 erano risultati pari ad oltre 24 milioni di euro), in particolare nella distribuzione di energia elettrica per rafforzare la qualità e la continuità del servizio e nella generazione per l’ammodernamento delle centrali idroelettriche.

L’indebitamento finanziario netto è in ulteriore calo rispetto al dato del primo semestre 2018, attestandosi – al 30 giugno 2019 – a 422,8 milioni di euro (era 435,9 milioni di euro al 30 giugno 2018), evidenziando la positiva capacità del Gruppo nella generazione di cassa anche in considerazione dei benefici derivanti dalla classificazione nelle Discontinuing Operations di alcune società del Gruppo.

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, consultate i canali social:

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata