Crisi Kipre nuovamente in alto mare

Il Fondo QuattroR si sfila: «mancate le condizioni per l’investimento». Al vaglio alternative per il risanamento dell’azienda. 

0
230
crisi kipre

La crisi Kipre torna nuovamente in alto mare con la decisione del Fondo QuattroR di disimpegnarsidall’investimento nella Kipre Holding S.p.A. e le sue controllate Principe di San Daniele Spa, King’s Spa e Sia.Mo.Ci. Srl.

L’investimento del Fondo sarebbe stato utilizzato per il risanamento della situazione di crisi finanziaria. Le società del Gruppo si riservano di valutare eventuali ipotesi alternative concretamente attuabili a stretto giro nell’interesse di tutti i portatori d’interesse coinvolti.

Il rifiuto del Fondo a partecipare all’iniziativa non implica un intervento automatico del Tribunale: nel caso che non si trovasse un nuovo investitore, le iniziative potranno essere avviate dall’azienda oppure dai creditori; entrambe le parti potrebbero dichiarare o chiedere il fallimento dell’azienda. Nell’uno o nell’altro caso, sarà necessario un passaggio attraverso il Tribunale.

«Nonostante l’impegno profuso da QuattroR per la definizione di un piano volto alla ristrutturazione del debito e al rilancio industriale della società e del relativo gruppo, non si sono realizzate le condizioni necessarie per l’investimento» afferma in una nota il Fondo QuattroR.

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, consultate i canali social:

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata