È boom di discount in Italia

La tedesca Aldi è giunta a quota 72 aperture concentrate nel Nord Italia e a NordEst in particolare. Appena inaugurato il nuovo store a Vittorio Veneto in provincia di Treviso. 

0
400
discount

In Italia sono sempre di più le persone che iniziano a fidarsi dei discount per la propria spesa quotidiana. Un tempo relegate al secondo posto dietro ai supermercati, oggi queste realtà cominciano a fare sul serio, soprattutto se si vanno ad analizzare i numeri e i dati relativi alla loro crescita.

Non può passare inosservato il boom registrato dai discount in Italia per questo 2019, come nel caso di Aldi, senza ombra di dubbio una delle catene più in salute, con uno sviluppo notevole che si è concentrato soprattutto nelle regioni del Nord. A più di un anno dal suo debutto ufficiale, Aldi oggi può contare su 72 punti vendita sparsi per il Settentrione, e un piano strategico che contempla un’espansione ancor più diffusa sul territorio nazionale.

Agli italiani piacciono sempre di più i discount

I discount nel 2019 sono davvero riusciti in un’impresa che sembrava impossibile, arrivando a conquistare una quota di mercato da record, pari al 18,5%. Si tratta di numeri davvero eccezionali, considerando che ad oggi il settore del largo consumo li vede finalmente assoluti protagonisti della scena, proprio come i canonici supermercati. E la crescita del fatturatoovviamente fornisce una seconda prova concreta di questo successo, con un totale che oggi raggiunge e supera i 17,5 miliardi di euro in Italia.

Va però detto che non bastano i nudi numeri per chiarire tutti i perché di questo boom dei discount. Un ruolo fondamentale è stato giocato dall’intelligenza dei nuovi protagonisti di settore, che hanno deciso di cambiare e di evolvere le proprie strategie, oggi più aggressive e attente alle preferenze del grande pubblico. Assolutamente essenziale è stata la presenza non soltanto dei prodotti confezionati, ma anche di quelli freschi, con uno stravolgimento tale che qualcuno ha parlato addirittura di “supermercatizzazione” dei discount.

L’esempio di Aldi, in continua crescita al Nord

Fra i grandi protagonisti della scalata dei discount troviamo Aldi, una nota catena tedesca di grande distribuzione fondata dalla famiglia Albrecht che si sta facendo strada anche in Italia. Una scalata, questa, che ha portato attualmente a quota 72 i punti vendita attivi, concentrati soprattutto nel Nord Italia, come ampiamente dimostrato dall’apertura del nuovo store in provincia di Treviso. Il punto vendita a Vittorio Veneto, infatti, ha attirato le attenzioni di numerosi Trevigiani, con un afflusso da record il giorno dell’inaugurazione.

Si parla d’altronde di uno store di oltre 1.300 metri quadri, caratterizzato da un design particolarmente contemporaneo e moderno. Attualmente quindi, troviamo in Veneto un totale di ben 18 store Aldi, con un numero di impiegati che arriva a quota 840 unità. Per quanto concerne le strategie future, poi, questo player tedesco non ha intenzione di fermarsi: al contrario, i piani di espansione per il 2020 porteranno all’apertura di nuovi punti vendita, sempre al Nord, e in regioni come l’Emilia Romagna, la Lombardia, il Trentino, il Friuli Venezia Giulia e ancora una volta il Veneto.

Quella dei discount è una scalata che sembra davvero non volersi fermare, come ampiamente dimostrato dall’esempio di Aldi nelle nostre regioni.

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, consultate i canali social:

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata