Ritardi nell’attivazione del Fondo Nazionale per l’Innovazione: Bond interroga Patuanelli

«Buttare via 11 mesi per meri adempimenti burocratici è un peccato mortale per l’economia nazionale». 

0
405
fondo nazionale per l'innovazione

Sono passati oltre 11 mesi da quando il Parlamento ha approvato l’istituzione del Fondo Nazionale per l’Innovazione italiano con la dotazione di un miliardo di euro istituito dalla legge Finanziaria 2019.

Un Fondo che ha come missione strategica l’accompagnamento alla crescita delle startup italiane mettendo loro a disposizione le risorse finanziarie che servono alla seconda fase di sviluppo, quelle che dall’idea passa alla prototipazione e allo sviluppo commerciale del progetto che è finito nelle sabbie mobili della burocrazia ministeriale.

Un fondo presentato in pompa magna dall’allora ministro allo Sviluppo economico, Luigi Di Mario, che dalla sua approvazione si attendeva grandi, anzi, grandissime cose. Putroppo, le cose sono andate diversamente dalle promesse del M5s.

Dario Bond, deputato belluese di Forza Italia, sempre sensibile alle istanze del mondo dello sviluppo e della produzione, letta l’intervista pubblicata da “il NordEst Quotidiano” al presidente di Italia Startup, Angelo Coletta, ha interrogato il ministro grillino allo Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, per chiedergli contro degli ingiustificati ritardi.

«Quando ho letto le dichiarazioni di Angelo Coletta, presidente di Italia Startup, l’Associazione di riferimento del settore che annovera oltre 3.000 aderenti tra startup e centri per l’innovazione e lo sviluppo, in un’intervista rilasciata a “il NordEst Quotidiano”, ha denunciato l’estrema lentezza con cui il governo sta procedendo all’attuazione del Fondo sono trasalito– dice Bond -. 11 mesi sono trascorsi dall’approvazione della legge che istituisce il Fondo e ancora nulla di concreto, con tante startup italiane pronte per fare il salto di qualità, ma frenate dalla mancanza di capitali adeguati, stanno abbandonandol’Italia per sfruttare i finanziamenti messi a disposizione da sovvenzionatori stranieri, con la conseguente perdita nazionale di capacità di sviluppo, innovazione ed imprenditoriale, sprecando ingenti capitali spesi nella formazione di giovani promotori delle startup e nella loro fase di avvio preliminare».

Ma c’è di peggio, secondo Bond: «mentre l’Italia arranca nell’attivare il suo primo Fondo Nazionale per l’Innovazione con la ridotta dotazione di un miliardo di euro, realtà come la Francia corrono, come ha ben evidenziato il presidente Coletta a “il NordEst Quotidiano”: oltre al già esistente Fondo da ben 4 miliardi di dotazione finanziaria, il governo francese èpronto a lanciarne uno nuovo da ben 5 miliardi di euro. E noi stiamo fermi impastoiati dalle burocrazie ministeriali. E’ davvero troppo. Il governo Pd-M5s-Iv-Leu sta affossando ogni giorno di più l’economia nazionale tradizionale e quella innovativa».

Nell’interrogazione al ministro Patuanelli Bond chiede «se il governo è in grado di fornire una data definitiva per l’entratain funzione del primo Fondo Nazionale per l’Innovazione approvato con legge Finanziaria 2019». Non solo: visto quanto accade in una realtà come la Francia, Bond domanda al ministro grillino «se, in considerazione di quanto fanno realtàstraniere, non convenga con l’interrogante circa la necessità di integrare la dotazione finanziaria del Fondo Nazionale per l’Innovazione con ulteriori risorse, portandolo dall’attuale 1 miliardo di euro ad almeno 5 miliardi», suggerendo al governodi recuperare le risorse necessarie «attingendo da quelle stanziate per il reddito di cittadinanza, in modo da creareinnovazione, posti di lavoro sicuri e onesti, crescita del Pil, tutte cose che il reddito di cittadinanza ha evidenziato senza alcun dubbio di non essere in grado di realizzare».

Si vedrà come il ministro grillino giustificherà uno dei tanti ritardi del governo giallo-rosa nel perseguire lo sviluppo del Paese, che finisce col favorire l’emigrazione delle migliori e più innovative risorse nazionali.

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, consultate i canali social:

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata