L’intelligenza artificiale per lo sviluppo dello studio professiuonale

0
245

In che modo l’intelligenza artificiale entra negli studi professionali? In quali ambiti può apportare dei miglioramenti? Quali le competenze da sviluppare per gestire il cambiamento? Come utilizzare i dati come asset da valorizzare? Come promuovere le performance di sostenibilità e come posizionare le aziende nell’ambito ESG?

Attorno a questi temi ruoterà il Mini Master “L’intelligenza artificiale al servizio del professionista” organizzato dall’Associazione dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili delle Tre Venezie (ADCEC Tre Venezie) che prenderà il via giovedì 5 dicembre e proseguirà nelle giornate di giovedì 12 e 19 dicembre a Mestre presso Best Western Plus Quid Hotel Venice Airport (Via Terraglio, 15).

L’intelligenza artificiale sta entrando in modo preponderante negli studi professionali riscrivendo il profilo del professionista del futuro. Le tecnologie, infatti, permettono di automatizzare compiti ripetitivi, dispendiosi in termini di tempo e ridondanti, liberando i professionisti da incombenze accessorie e offrendo loro l’opportunità di utilizzare questo tempo per analisi e consulenze di alto livello e più redditizie per i loro clienti.

Il Mini Master si propone perciò di offrire ai professionisti una panoramica delle opportunità che l’intelligenza artificiale e le tecnologie mettono a disposizione per migliorare l’organizzazione degli studi professionali, anche attraverso la presentazione di case history ed esercitazioni.

In particolare il primo incontro introdurrà il tema dell’intelligenza artificiale, del Machine Learning e del Deep Learning. Si esamineranno poi i vantaggi applicativi dell’intelligenza artificiale per le professioni, i cambiamenti che comportano per i professionisti del tax&legal e le nuove competenze da sviluppare. Un approfondimento sarà dedicato al diritto delle tecnologie e alle tecnologie del diritto e come l’evoluzione di sistemi e processi digitali incrocia l’attività di avvocati e commercialisti.

Il secondo appuntamento sarà dedicato ad approfondire gli smart data come strumenti a servizio del professionista per raccogliere informazioni sull’opinione delle aziende clienti e come asset da valorizzare e da trasformare in informazioni utili. Nel terzo incontro si approfondiranno invece gli aspetti riguardanti gli alternative data come nuova fonte di informazione per l’operatività del commercialista. In particolare si esaminerà come cambiano i sistemi di scoring delle aziende, come posizionare le aziende nell’ambito ESG in modo che realtà e percepito corrispondano, come utilizzare i dati per fusioni e acquisizioni e come utilizzare le tecnologie NLP, ossia i sistemi di lettura e alert automatici per ridurre le attività manuali e ripetitive.

Interverranno come relatori: Alessandro Rea, Architect Cloud & Cognitive Solutions di IBM Watson DEV Squad, in IBM dal 2006, ha lavorato alla realizzazione di progetti innovativi in ambito Web, Mobile e Cloud applicati a diversi settori industriali, Giorgia Simonetti, avvocato, fa parte del team della direzione legale di IBM Italia come senior attorney dal 2018, Claudio Rorato, Responsabile Scientifico Osservatorio Professionisti e Innovazione Digitale del Politecnico di Milano, svolge attività di Consulenza di Direzione e Formazione nelle aree Strategia e Organizzazione per imprese e studi professionali, e Pierluigi Vacca, Chief Product and Services Marketing Officer di Datrix, si occupa di portare sul mercato tutti i prodotti software e servizi di Artificial Intelligence delle società del gruppo Datrix.