Riunita a Monaco di Baviera la Conferenza della Comunità d’azione del Brennero

Tonina: «sulla ferrovia del Brennero lavoro comune e soluzioni condivise da tutti i territori. Ottima la collaborazione con RFI». 

0
404
Comunità d’azione del Brennero
I delegati dei territorio della Comunità d'Azione della ferrovia del Brennero riuniti a Monaco di Baviera.

Si è riunita a Monaco di Baviera, presso il ministero dell’Edilizia abitativa, delle costruzioni e dei trasporti, la Conferenza dei presidenti della Comunità d’azione del Brennero (Cab), per esaminare gli aggiornamenti relativi all’avanzamento delle fasi progettuali e realizzative della nuova linea ferroviaria, del tunnel di base e delle relative tratte di accesso.

La conferenza si è aperta con l’intervento del ministro bavarese, Hans Reichhart (la Baviera ha recentemente assunto la presidenza della Cab), che ha sottolineato la sua volontà di rappresentare in maniera omogenea e unitaria le ragioni dei territori collocati sull’asse del Brennero e di sviluppare iniziative che vadano nella direzione di armonizzare le politiche dei trasporti fra gli stati coinvolti, sul piano tecnologico ma anche normativo, visto che in fatto di ferrovie l’Unione Europea è ancora all’anno zero, con ciascun stato che regola autonomamente tensioni della rete elettrica, mano da tenere, ecc.

La conferenza della Comunità d’azione del Brennero ha esaminato lo stato di avanzamento dei lavori riguardanti il corridoio del Brennero: l’accesso nord, su cui hanno relazionato Mold Fink (ÖBB) e Matthias Neumeier (DB), la galleria di base, oggetto degli interventi di Martin Gradnitzer e Gilberto Cardola (BBT SE) e l’accesso sud, di cui ha parlato Giuseppe Romeo (RFI).

Per il Trentino era presente il vicepresidente della Provincia, Mario Tonina, assieme ai dirigenti e ai tecnici del settore. «Abbiamo registrato nuovamente, come già a Trento lo scorso gennaio alla precedente conferenza dei presidenti, la volontà di tutti i territori di trovare soluzioni condivise ai problemi che di volta in volta si manifestano – sottolinea Tonina – e di rapportarci alla Commissione europea con una voce comune. La realizzazione del tunnel è arrivata al 50%. Per quanto riguarda l’accesso sud e il suo impatto sul capoluogo, abbiamo ribadito assieme a RFI, con cui la collaborazione è ottima, il nostro impegno a ultimare la fase di progettazione della circonvallazione di Trento entro la primavera».

Tonina, in seno alla Comunità d’azione del Brennero, ha sollevato anche la questione dei divieti al transito dei Tir decisi unilateralmente dal Tirolo: «al Tavolo abbiamo inoltre evidenziato la preoccupazione delle categorie degli autotrasportatori trentini per gli ulteriori limiti alla circolazione dei mezzi pesanti imposta dal Tirolo, con le conseguenze economiche e sociali che può provocare. Anche su questo tema, è necessario trovare una soluzione condivisa».

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, consultate i canali social:

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata