Presentato il progetto “Reload – ricambio generazionale” nel mondo dell’artigianato trentino

Failoni: «bisogna dare una risposta alla mancanza di manodopera qualificata. La professione di artigiano oggi significa lavoro e reddito sicuro, con ampie possibilità di crescita professionale». Al viale campagna informativa "Tu che cosa farai da grande" sul portale "Vivo Scuola".

0
187
Reload - ricambio generazionale artigianato artigiano lavorazione oggetto

Contrastare la disoccupazione, in particolare quella giovanile, sostenere la nascita di imprese nel comparto dell’artigianato, investire sulla crescita delle competenze delle micro e piccole imprese, soprattutto artigiane, per promuovere la crescita economica e lo sviluppo del Trentino, evitare la perdita di esperienze e capacità a fronte della cessazione di attività e favorire il ricambio generazionale: da queste premesse muove Reload – ricambio generazionale, il protocollo d’intesa sottoscritto tra la Provincia di Trento e l’Associazione Artigiani e piccole imprese del Trentino, firmato dal presidente di categoria, Marco Segatta, e dal presidente della Provincia, Maurizio Fugatti, alla presenza dell’assessore provinciale all’artigianato, Roberto Failoni.

Il protocollo aggiorna i contenuti del Progetto Reload – ricambio generazionale che era stato seguito da Agenzia del Lavoro e dal Dipartimento sviluppo economico della Provincia. «Fare l’artigiano è impegnarsi in un percorso di crescita professionale, educativa ed economicaha commentato il presidente Fugatti. – Come Giunta crediamo sia importante che le famiglie sappiano delle opportunità che offre una scuola professionale: formarsi per fare l’artigiano può essere una garanzia per il futuro».

«Il grido di allarme della mancanza di manodopera qualificata arriva da ogni parte del Trentino– ha detto l’assessore Failoni -. Questo protocollo vuole dare delle risposte ad una sfida che riguarda il mondo della scuola e quello artigianale, facendo squadra possiamo far emergere la consapevolezza che un sistema integrato può dare risposte reali e far conoscere le tante opportunità che ci sono per i giovani».

Nel corso dell’incontro è stata anche presentata la campagna di comunicazione Tu che cosa farai da grande?” curata dall’Alta formazione grafica dell’Istituto Artigianelli in collaborazione con il Servizio Artigianato e Commercio e l’Ufficio Stampa della Provincia, che vuole veicolare il messaggio della positività della scelta della formazione professionale.  Reload - ricambio generazionale microimprese

Marco Segatta ha sottolineato la necessità di valorizzare i talenti e orientare i giovani, per far fronte al problema della mancanza di ricambio generazionale: «tanti artigiani arrivati all’età della pensione si trovano costretti a chiudere l’attività. Questo progetto vuole offrire maggiori possibilità di subentrare, acquisendo conoscenze, attraverso l’affiancamento del Maestro artigiano con chi vuole iniziare una nuova attività, favorendo così anche l’occupazione».

Il dirigente scolastico Federico Samaden ha invece ricordato la grande tradizione della formazione professionale trentina, «un modello apprezzato in tutta Europa. Problem solving, senso di orgoglio per il proprio lavoro, qualità attraverso la cura dei particolari, non conoscere la fatica: sono le abilità che possiede un artigiano e che tutte le scuole dovrebbero trasmettere».

Reload”, termine da cui prende nome il progetto, significa caricare di nuovo, ricaricare: l’artigiano che giunge al termine della sua attività lavorativa non lascia che questa si esaurisca, ma permette che si rinnovi, fornendo a chi prenderà il suo posto tutte le sue competenze e le sue conoscenze. Allo stesso modo, un giovane artigiano o aspirante tale vienecaricato”, come avviene per un file, di nuove competenze e conoscenze, per proseguire l’attività del suo predecessore.Reload - ricambio generazionale imbianchino pittore tinteggiatura pareti artigiano

A questo fine, per Reload – ricambio generazionale saranno realizzati interventi di formazione in azienda, e fuori da questa, per chi è interessato ad avviare una propria attività. Si svilupperanno azioni di promozione delle professioni artigiane nell’ambito del sistema scolastico eformativo provinciale, anche per accrescere le professionalità utili all’inserimento nelle aziende che già operano sul territorio provinciale. Sono previste inoltre attività di facilitazione nell’accesso al credito e di garanzia sui finanziamenti necessari all’avvio di nuove attività imprenditoriali.

La Provincia opererà soprattutto attraverso Trentino Sviluppo e Agenzia del lavoro. Trentino Sviluppo dovrà individuare e rendere disponibili all’Associazione Artigiani le risorse economiche necessarie, integrare le azioni attuatedall’Associazione, in particolare per la parte dei servizi di consulenza e assistenza tecnica al ricambio generazionale e alle start up d’impresa, e dovrà inoltre ricercare e sviluppare, in collaborazione con il Dipartimento sviluppo economico e lavoro, possibili forme di accesso al credito da parte degli aspiranti imprenditori. Agenzia del Lavoro avrà il compito di finanziareo attuare attività formative, di attuare il progetto di intervento sull’imprenditorialità giovanile denominato “YEP”, “Youth Entrepreuner Path”, di realizzare campagne di sensibilizzazione, di facilitare l’incontro tra domanda e offerta di lavoro nel settore artigiano, sia per nuovi imprenditori che per soggetti disoccupati.Reload - ricambio generazionale mondo del lavoro artigiano mola disco

Per Reload – ricambio generazionale saranno coinvolti anche l’Assessorato all’artigianato, commercio, promozione, sport e turismo per la promozione, in collaborazione con l’Ufficio stampa della Provincia, dell’artigianato e delle numerose e qualificate opportunità di lavoro e crescita che questo offre e l’Assessorato all’istruzione, università e cultura, nell’ambito delle iniziative di orientamento previste dal sistema scolastico e formativo provinciale, per una maggiore conoscenza fra gli studenti delle professioni artigiane e di progetti di sviluppo della capacità imprenditoriale.

Si punta anche a facilitare la dislocazione sul territorio delle attività formative, per esempio attraverso l’eventuale programmazione di percorsi serali e la promozione e lo sviluppo dell’apprendistato duale. Se i ragazzi e le loro famiglie non colgono le opportunità che il mondo dell’artigianato offre, e quindi non partecipano ai percorsi formativi delle scuole professionali, non ci saranno nuove risorse da immettere nel mondo del lavoro in questo settore, a rischio di perdere capacità e potenzialità preziose, utili per tutti, cittadini ed imprese.Reload - ricambio generazionale artigiano artigianato 1

L’Associazione Artigiani si impegna a sensibilizzare territorio e settori produttivi sulle opportunità offerte dal protocollo, valorizzare gli strumenti esistenti per la rilevazione dei fabbisogni delle imprese, ideare e realizzare specifiche azioni di orientamento al lavoro artigiano e all’imprenditorialità, mappare le aziende prossime al ricambio ed interessate ad un affiancamento nei ruoli imprenditoriali, realizzare interventi di accompagnamento degli aspiranti imprenditori.

Per facilitare una scelta consapevole da parte dei ragazzi e delle loro famiglie circa il loro futuro professionale, la Provincia di Trento ha allestito un’apposita pagina del portale VivoScuola dove è possibile farsi un’idea dei vari corsi di studio e sbocchi occupazionali. Entrando nella pagina, è possibile approfondire quattro distinte proposte di settori operativi artigianali che al momento assicurano maggiori sbocchi occupazionali che tramite altrettanti video illustrano (e sfatano tanti pregiudizi!) il percorso di studio e di lavoro.

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, consultate i canali social:

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata