Addio a Forza Italia dell’ex coordinatore del Veneto Davide Bendinelli

Gelmini: «una decisione che stupisce, soprattutto per l’approdo tra le fila di Italia Viva». 

0
306
davide bendinelli
Davide Bendinelli e Maria Stella Gelmini

I sommovimenti tra le forze politiche in atto nelle ultime settimane tra le forze politiche vedono il passaggio del deputato veronese Davide Bendinelli dalle fila di Forza Italia, di cui è stato coordinatore regionale del Veneto, a quelle della neonata Italia Viva, l’ultima creatura del rottamatore da Rignano, Matteo Renzi.

L’annuncio dell’addio di Bendinelli a Forza Italia è stato pronunciato da Renzi in persona che sta tentando affannosamente di raggiungere quota 50 adesioni prima di Natale: «da oggi Bendinelli verra a darci una mano, anche per strutturare Iv in Veneto». Da parte sua, Bendinelli ha ringraziato, accusando Forza Italia di essere «una casa che non riconosco più come mia».

Un’uscita commentata con sarcasmo da parte della capogruppo degli Azzurri alla Camera, Maria Stella Gelmini: «il fatto che la transumanza sia appena diventata Patrimonio culturale immateriale dell’Unesco non nobilita scelte di questo tipo, specie se sei stato coordinatore regionale di Forza Italia, in una regione, quella del Veneto, in cui governiamo da anni con successo con la Lega». Prima del suo approdo alle truppe renziane, pare che Bendinelli abbia tentato di accasarsi tra le fila dei leghisti, trovando però una porta chiusa a doppia mandata.

Secondo Gelmini «l’uscita di Davide Bendinelli dal gruppo di Forza Italia è una ferita dolorosa. Ma Bendinelli ha aderito a Italia Viva, un partito che sostiene il governo Conte, che vota una Finanziaria contro le imprese e il ceto medio, che introduce norme illiberali con la scusa del contrasto all’evasione fiscale, che accetta supinamente la conferma del reddito di cittadinanza che Forza Italia ha sempre combattuto, che vota l’abolizione della prescrizione, che scatena l’Agenzia delle entrate contro le piccole Partite Iva che hanno usato la Flat tax».

Gelmini non se ne fa una ragione e pensa a rilanciare le forze degli Azzurri: «dobbiamo rilanciare la nostra azione politica, cominciando a sciogliere prima possibile i nodi relativi alle candidature per le regionali, nel quadro della riconfermata coalizione di centrodestra e programmando per i primi mesi del 2020 una profonda riorganizzazione che Forza Italia ha il coraggio di fare e che farà».

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, consultate i canali social:

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata