Donazzan visita il “rinato” prosciuttificio San Marco ex Brendolan

La proprietà di Furlani Carni di Trento ha rilanciato l’azienda vicentina di Sarego.

prosciuttificio san marco
Elena Donazzan in visita al prosciuttifico San Marco accompagnata dall'amministratore delegato Enrico Delfini.

Il prosciuttificio San Marco ex Brendolan è rinato grazie alla nuova proprietà di Furlani Carni di Trento dopo la chiusuranel 2015 a seguito della crisi che ha travolto l’azienda.

«Bisogna ringraziare imprenditori coraggiosi e manager capaci come quelli che hanno rilanciato il Prosciuttificio San Marco – afferma l’assessore regionale al lavoro, Elena Donazzan – perché non solo hanno rioccupato tutti i lavoratoriex Brendolan”, che ebbi modo di seguire nella sua fase più difficile della chiusura, ma perché continuano ad investire e a crescere».

Il rilancio dell’azienda di Sarego (Vicenza) vede il Prosciuttificio San Marco occupare 18 lavoratori, tutti a tempo indeterminato attivi nella stagionatura e affumicatura. Fa parte del Consorzio del Prosciutto Veneto DOP. Dal 2016 il prosciuttificio Berico è entrato nella proprietà di Furlani Carni di Trento e produce con marchio proprio, secondo un processo di tracciabilità studiato in collaborazione con l’Università di Udine e di prossima brevettazione.

Donazzan ha visitato l’azienda accompagnata dall’amministratore delegato, Enrico Delfini, e ha incontrato i dipendenti, tra cui Nicole Crestani, responsabile del controllo di qualità, entrata nel 2016 in azienda per uno stage obbligatorio nell’ambito del corso di laurea in sicurezza e igiene degli alimenti all’Università di Padova. In quell’occasione fu l’amministratore delegato, apprezzandone l’impegno di studentessa che si manteneva agli studi lavorando in un ristorante locale, a proporle di entrare in azienda, con l’impegno di portare a termine il percorso di studi.

«In Veneto non abbiamo solo cervelli in fuga ma anche professionalità e competenze che restano come la dottoressa Crestani– ha commentato Donazzan -. E questo grazie ad imprese come il Prosciuttificio San Marco che crede nei giovani tanto da pagare lo stage – cosa non così frequente – ad una giovane motivata e da proporle un buon contratto fin da subito».

Da parte sua Nicole ha superato tutti gli esami mancanti impegnando i suoi periodi di ferie. L’assessore ha poi invitato l’azienda di collaborare con le scuole e gli istituti di formazione alberghieri e per la ristorazione al fine di promuovere e valorizzare la cucina del territorio e i prodotti tradizionali.

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, consultate i canali social:

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata