Elezioni in Emilia Romagna: è testa a testa Centrodestra Centrosinistra, con la Lega saldamente in testa al 32%

Scaramucce elettorali tra i contendenti. Primo confronto in televisione tra i candidati presidente della Regione. 

0
262
elezioni in emilia romagna
Il confronto televisivo tra tutti i candidati alla presidenza dell'Emilia Romagna con Bonaccini, Borgonzoni, Lugli, Collot, Bergamini, Battaglia e Benini.

A poco più di due settimane dalle elezioni in Emilia Romagna si profila una corsa testa a testa fino al fotofinish finale sul traguardo tra le due principali formazioni che si contendono il governo della Regione.

Secondo l’indagine sulle intenzioni di voto effettuato da Noto Sondaggi per “Porta a Porta” su RaiUno, il governatore uscente Dem, Stefano Bonaccini, si conferma davanti alla sua sfidante, la leghista Lucia Borgonzoni. Bonaccini, a meno di 20 giorni dal voto, è accreditato del 43-47% dei consensi contro una forbice che va dal 41 al 45% per la candidata del centrodestra.

La differenza rispetto alla precedente indagine dell’11 dicembre scorso sulle intenzioni di voto degli elettori emiliano romagnoli è che, mentre Borgonzoni rimane stabile, Bonaccini ha perso due punti percentuali nell’arco dell’ultimo mese. Chi invece sembra guadagnare preferenze è il grillino Simone Benini, che passa da un consenso tra il 4 e l’8% a una forbice che va dal 5 al 9% delle intenzioni di voto, un incremento che va ad erodere la base di consenso dello stesso Bonaccini, facilitando così la corsa della Borgonzoni che potrebbe anche vincere grazie alla decisione M5s di partecipare alle elezioni regionali pur sapendo di essere privi di una reale base e di contribuire così solo ad erodere consensi al proprio alleato di governo nazionale.

Gli altri candidati (Marta Collot di Potere al popolo, Laura Bergamini del Partito Comunista, Domenico Battaglia di 3V-Vaccini Vogliamo Verità e Stefano Lugli de L’Altra Emilia Romagna, viaggiano tutti assieme tra il 4 e il 6% delle preferenze.

Noto Sondaggi ha misurato il polso degli elettori anche a livello nazionale, evidenziando come la Lega di Matteo Salvini si conferma primo partito italiano col 32% delle preferenze nelle intenzioni di voto, ma a registrare l’incremento maggiore dall’11 dicembre ad oggi è il PD (+1%). L’insieme dei partiti di centrodestra hanno il favore delle preferenze degli elettori con il 50% rispetto al 41% dei partiti di governo.

La Lega guadagna +0,5%, al secondo posto, staccatissimo, si registra il sorpasso del PD (18,5% totale e un punto percentuale guadagnato nelle ultime quattro settimane) ai danni del Movimento Cinque stelle (un mese fa al 18%, oggi 17,5%). Fratelli d’Italia è quarto partito col 10%, ma perde 0,5% rispetto all’ultima rivelazione, mentre Forza Italia guadagna mezzo punto e si attesta sul 7%. Stabili su valori dell’insignificanza politica Italia Viva (3,5%) e Leu (1,5%), piccola flessione per Cambiamo! Di Toti (1,5% e -0,2% dall’11 dicembre). Azione di Calenda guadagna 0,3% per un 3% complessivo.

Detto dei sondaggi, la campagna per le elezioni in Emilia Romagna prosegue tra reciproche accuse e sgambetti. Salvini punge i Dem su uno dei fronti a loro più cari, quello delle cooperative: «negli ultimi sei anni, nel Reggiano sono saltate 4 coop, che hanno dilapidato un miliardo di euro e circa 1.500 posti di lavoro. E’ un altro “brillante risultato” che il Pd di Bonaccini nasconde. Non vediamo l’ora di votare per portare aria fresca e nuove idee a Reggio Emilia, in Emilia Romagna e in tutta Italia».

Bonaccini risponde puntando sulle gaffe della sua rivale Borgonzoni: «finalmente, dopo due mesi di silenzio sul programma, la mia avversaria ha lanciato due proposte concrete per il futuro dell’Emilia Romagna. La prima è una legge specifica per sostenere le rievocazioni storiche, a partire dal carnevale di Cento. Non ho dubbi che, qualora fosse eletta, potrebbe realizzare questo obiettivo perché, a sua insaputa, la legge per le rievocazioni storiche è già stata approvata dalla Regione tre anni fa, che da allora finanzia, con centinaia di migliaia di euro ogni anno, le principali manifestazioni di questo genere; con un’attenzione particolare al carnevale di Cento, cui abbiamo destinato anche risorse straordinarie aggiuntive. Peccato che Borgonzoni scopra il carnevale solo oggi, dopo averlo ignorato da sottosegretaria alla cultura, quando avrebbe potuto aiutarci».

Il secondo attacco di Bonaccini alla Borgonzoni verte sul turismo: «la seconda proposta innovativa di Borgonzoni è l’istituzione di un assessorato al turismo, per coordinare le politiche del settore 365 giorni l’anno. Ebbene, le assicuro che si troverebbe già fatto anche quello, perché esiste da molto tempo e negli ultimi 5 anni in particolare, grazie a risorse crescenti e politiche mirate, ha sostenuto l’aumento esponenziale dell’afflusso turistico in Emilia-Romagna, passato da 45 a 60 milioni di presenze. Capita che a volte i nostri desideri si realizzino prima ancora che siano espressi».

Intanto, si è svolto il primo dibattito televisivo tra tutti i sette candidati alla presidenza della regione Emilia Romagna su RaiTre regionale, dove la Borgonzoni si è presa la rivincita sia su Bonaccini che sugli altri candidati, dimostrandosi più efficace su gestione finanziaria, agricoltura, famiglia e sanità, mentre Bonaccini ha tenuto bene sul “patto del lavoro”. Carino il siparietto sul tema degli asili nido, dove alla proposta di Bonaccini di portare l’insegnamento della lingua inglesenegli asili nido portando la precocità nella apprendimento delle lingue veramente a livello galattico, la Borgonzoni ha sottolineato il passaggio con un rotondoWonderful”, una meraviglia espressa nella lingua della perfida Albione.

A dar man forte alla campagna Dem, in Emilia Romagna è giunto anche il segretario nazionale Nicola Zingaretti che si è dovuto barcamenare tra la sua presenza e la totale mancanza di qualsiasi accenno al Pd nella campagna di comunicazione del candidato Bonaccini al proprio partito.

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, consultate i canali social:

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata