Vamp Tech apre un nuovo stabilimento produttivo in Malaysia

0
147

FDL Studio Legale e Tributario ha assistito Vamp Tech nell’operazione.

Vamp Tech, azienda produttrice italiano di compound termoplastici ritardati alla fiamma, ha inaugurato il 30 ottobre scorso il nuovo stabilimento di Bukit Minyak, nello stato di Penang, gestito dalla consociata Vamptech Malaysia.

L’impianto, che si estende su 3.600 m2, ha una capacità produttiva pari a circa 6.000 tonnellate annue di compound, suddivise su due linee di produzione ad elevata automazione, affiancate da un laboratorio per il controllo qualità.

L’inaugurazione del nuovo stabilimento è un’ulteriore tappa nell’internazionalizzazione del gruppo Vamp Tech, in particolare sul mercato asiatico, iniziato diversi anni fa con l’ingresso sul mercato cinese e proseguito in seguito con l’avvio delle attività produttive in Malesia attraverso partnership con produttori locali.

Il gruppo lombardo, che nel 2018 raggiunto un fatturato consolidato di 80 milioni di euro, in crescita del +10% rispetto al precedente esercizio, sta investendo anche in Italia, come previsto dal piano industriale triennale 2019-2021 annunciato all’inizio dell’anno, che prevede il potenziamento dello stabilimento di Busnago con l’aggiunta di 4.500 metri quadrati adibiti a uffici, magazzini e laboratori e l’installazione di una nuova linea di estrusione-compounding che porterà, entro fine anno, la capacità produttiva ad oltre 18.000 t/a di tecnopolimeri termoplastici ritardati alla fiamma e ad elevate prestazioni.

Sia per l’operazione in Malesia, che per gli investimenti immobiliari in Italia nella zona di Busnago (MB), Vamp Tech è stata assistita da FDL Studio Legale e Tributario con un team guidato dal Partner Giuseppe Cattani.

Scopri tutti gli incarichi: Giuseppe Cattani – FDL – Studio Legale Tributario;