“Argento vivo”: messa in sicurezza e accessibilità della fotografia storica in Tirolo e Alto Adige

In tre anni archiviate e digitalizzate oltre 12.000 foto storiche disponibili online. Peccato che manchi il vasto patrimonio di fotografie storiche del Trentino, terza gamba dell’Euregio Tirolese. 

0
729
argento vivo
Bolzano attorno al 1890 (Fotografo Alois Beer Sammlung Stadtgemeinde Lienz, Archiv Museum Schloss Bruck

Il progetto Interreg Italia-AustriaArgento vivo. Fotografia patrimonio culturale”, avviato nel 2017 con l’obiettivo di dare ampia diffusione e rilevanza al tema della fotografia storica e per contribuire a risvegliare l’interesse per le vecchie fotografie e per il loro valore culturale, si è concluso a fine 2019.

Le foto storiche riferite a Tirolo e Alto Adige provenienti da vari fondi archivistici sono state salvate sulla della piattaforma Argento vivo. Le fotografie sono state raccolte e catalogate, puntando alla loro conservazione e archiviazione al fine di renderle quindi accessibili nel tempo al pubblico quali patrimonio culturale. L’obiettivo, inoltre, è stato quello di fornire a tutti gli interessati gli strumenti per la gestione delle fotografie antiche.

«Le fotografie storiche stimolano alla riflessione e accendono la comprensione per lo sviluppo e la storia creando la consapevolezza che i cambiamenti ci sono sempre stati ha spiegato l’assessore alla cultura tedesca della provincia diBolzano, Philipp Achammer. «Il valore della fotografia storica è al centro del progetto “Argento vivo”» ha aggiunto l’assessore alla cultura del Land Tirolo, Beate Palfrader, sottolineando l’importanza di mantenere questi documenti per le generazioni future e renderli accessibili al pubblico.

Sulla piattaforma www.lichtbild-argentovivo.eu sono state catalogate e localizzate oltre 12.000 fotografie storiche del periodo compreso fra il 1890 e il 1990, che sono disponibili, in qualità di stampa, come download gratuito e utilizzabilianche a fini commerciali previa citazione della fonte. È stata realizzata anche una app trilingue (italiano, tedesco e inglese) per Android e iOS, intitolata Timetrip Pics, che e consente di viaggiare nel tempo attraverso le immagini in alcuni dei luoghi più celebri delle città dell’Alto Adige e del Tirolo.

argento vivo
Ricostruzione della chiesa parrocchiale, piazza Walther Bolzano nel 1947 (Foto Fotostudio Waldmüller)

Dal patrimonio fotografico storico sono state scelte le immagini oggetto di due mostre proposte a Lienz, Brunico, Bolzano e Innsbruck, come ha ricordato Martin Kofler, direttore del Tiroler Photoarchiv TAP. Una è “Scesi in piazza! Luoghi storici in fotografie d’archivio” proposta nell’autunno 2018, la seconda è “Signora fotograf(i)a” proposta tra maggio e giugno 2019. Vi sono inoltre due mostre online sul portale del progetto: una si intitola “Kneußl. Tappe fotografiche della storia di una famiglia in Tirolo-Alto Adige-Trentino 1887-1964” e una sugli sport invernali “Pista! Impressioni fotografiche sulla pratica dello sci in Tirolo, Alto Adige e Trentino 1913-1997”.

Un progetto di alto valore culturale: peccato che manchi la terza gamba dell’Euregio Tirolese, quella Trentina, che anch’essa avrebbe un vastissimo patrimonio fotografico, già ampiamente catalogato e digitalizzato, che a buon titolo avrebbe potuto essere inserito in “Argento vivo” per garantirne una maggiore diffusione e utilizzabilità.

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, consultate i canali social:

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata