Lanificio dell’Olivo acquisito da Ethica Global Investments con la partecipazione del management

Gli studi SAT – Spinazzi Azzarita Troi Genito, K Finance, Gattai Minoli Agostinelli & Partners, EY, Terrin & Associati, Russo De Rosa, Orrick e CBA hanno affiancato le parti nell’operazione.

Ethica Global Investments S.p.A. (EGI) ha acquisito dal Fondo Gradiente I e da Firme S.p.A., società facente capo alla famiglia fondatrice, la totalità del capitale sociale del Lanificio dell’Olivo S.p.A., leader italiano nella produzione di filati fantasia per l’industria della maglieria e dell’aguglieria.

Si tratta del sesto investimento effettuato da Ethica Global Investments. L’operazione è stata realizzata tramite un leveraged buy out a cui ha partecipato il management team della società.

Lanificio dell’Olivo, fondato nel 1947 con sede a Campi Bisenzio (FI), ha sviluppato negli anni un know-how unico nella filatura pettinata di fibre nobili come alpaca, mohair, cashmere, seta, le lane più fini, i cotoni e il lino, oltre alla ritorcitura di materiali performanti e pregiati per la creazione di effetti fantasia dai colori più svariati. Nel 2019 ha registrato ricavi per quasi 20 milioni di euro, con due terzi delle vendite rivolte all’estero: Europa, Stati Uniti e Far East, annoverando tra i clienti i marchi più prestigiosi del panorama mondiale della moda.

Gli studi SAT – Spinazzi Azzarita Troi Genito e K Finance hanno affiancato gli azionisti di Lanificio dell’Olivo.

Ethica Global Investments è stata assistita dallo studio Gattai Minoli Agostinelli & Partners per la parte legale e da EY per la due diligence finanziaria; Terrin & Associati ha seguito la parte fiscale, mentre la due diligence di business è stata affidata a Long Term Partners.

Ethica ha seguito l’operazione con un team composto da Ruggero Jenna e Anna Paola Moroni, supportati dagli avvocati Gerardo Gabrielli e Andrea Taurozzi dello studio legale Gattai Minoli Agostinelli & Partners per la parte legale e dallo studio Terrin & associati per gli aspetti fiscali.

Gradiente è stata assistita dagli avvocati Alvise Spinazzi e Matteo Vernizzi dello studio legale SAT per gli aspetti legali, e da Russo De Rosa per gli aspetti fiscali.

L’operazione è stata finanziata da Mps Capital Services, con l’assistenza di Marina Balzano di Orrick e di Giuseppe Galeano di CBA.

Scopri tutti gli incarichi: Giuseppe Galeano – CBA; Gerardo Gabrielli – Gattai Minoli Agostinelli & Partners; Andrea Taurozzi – Gattai Minoli Agostinelli & Partners; Marina Balzano – Orrick; Matteo Vernizzi – SAT; Alvise Spinazzi – SAT;