Nuovo cartello stradale di benvenuto ai confini dell’Euregio Tirolese a Borghetto

E' stato installato al confine fra Trentino e Veneto, dai tre presidenti Platter, Kompatscher e Fugatti. Inaugurato a Manota il museo dedicato ad Andreas Hofer. 

0
6487
euregio tirolese
L'inaugurazione dello spazio Hofer a Mantova.

Un nuovo cartello stradale di benvenutowillcommen indica agli automobilisti che stanno entrando nel territorio dell’Euregio TiroloTrentinoAlto Adige: si trova a Borghetto, località posta al confine tra il Veneto e il Trentino sulla statale del Brennero ed è uno dei 67 cartelli stradali (41 in Tirolo, 19 in Trentino e 7 in Alto Adige) che sono progressivamente posizionati ai confini dei tre territori dell’Euregio Tirolese con Lombardia, Veneto, Voralberg, Carinzia, Salisburgo e Baviera.

Il nuovo cartello bilingue di benvenuto-willcommen, che nelle zone ladine è trilingue, è stato inaugurato ufficialmente dai presidenti di Tirolo, Alto Adige e Trentino, rispettivamente Günther Platter, Arno Kompatscher e Maurizio Fugatti.

Al km 326 della statale del Brennero a Borghetto il cartello rendevisibili” i confini dell’Euregio Tirolese.

euregio tirolese
Il cartello stradale installato sul confine Veneto-Trentino sulla statale del Brennero.

«Stiamo installando delle insegne di benvenuto in tutte le principali vie di comunicazione dell’Euregio per accogliere la popolazione e i viaggiatori nell’Euregio – ha spiegato il Landeshauptmann del Land Tirol e attuale presidente dell’Euregio, Platter -. A cento anni dalla frammentazione del Tirolo vogliamo anche aumentare la consapevolezza del fatto che i treterritori formano una comunità e lavorano a stretto contatto in uno spirito europeo».

I tre governatori dell’Euregio Tirolese, dopo la breve cerimonia a Borghetto, si sono recati a Mantova in piazza Porta Giulia, per l’inaugurazione degli spazi dedicati alla figura di Andreas Hofer, alla vigilia del 210° anniversario della morte.

L’evento è iniziato con il ricevimento tradizionale tirolese – con le formazioni degli Schützen e delle associazioni del land Tirolo, regione Lombardia, provincia e comune di Mantova, accompagnati dalla banda musicale di Bressanone – la solenne inaugurazione dello spazio espositivo dedicato ad Andreas Hofer. Al taglio del nastro oltre ai tre presidentidell’Euregio Tirolese, anche tanti altri amministratori, al presidente della Provincia di Mantova, Beneamino Morselli, l’assessore all’autonomia e alla cultura della Lombardia, Stefano Bruno Galli, e al sindaco di Mantova, Mattia Palazzi.

euregio tirolese
La cerimonia di inaugurazione dello Spazio Hofer a Mantova.

Lo spazio Hofer appena inaugurato è un progetto congiunto partito da un’iniziativa degli Schützen tirolesi, che ha come partner la città di Mantova e l’Euregio Tirolese. Il Landeshauptmann del Land Tirol e presidente dell’Euregio, Platter, ha spiegato come con iniziative come questa «vogliamo mantenere viva la memoria dell’eroe tirolese e inserirla in un contesto europeo, perché l’identità dell’Euregio Tirolese vive anche della cultura della memoria, che stiamo consolidando anche con questo spazio espositivo».

Lo spazio celebrativo chiama “MMM Andreas Hofer MantovaMitoMemoria” e occupa tre sale del Museo di Porta Giulia. I locali, come illustrato dal presidente dell’associazione Porta GiuliaHofer, Paolo Predella, sono dedicati alla storia della vita di Andreas Hofer, all’insorgenza tirolese del 1809, alla cattura e trasferimento di Hofer a Mantova e a quanto ne è conseguito.

La maggior parte degli oggetti esposti è stata messa a disposizione da Martin Reiter di Reith im Alpbachtal, la cui collezione di oltre duecento pezzi è stata acquistata dal Land Tirolo e messa a disposizione per lo spazio espositivo. L’architetto mantovano Claudia Bonora ha curato la mostra insieme all’architetto Andrea Guastalla. Il progetto è stato supportato a livello tecnico da un gruppo di esperti. Peter Assmann, direttore dei musei del Land Tirol, e Fritz Tiefenthaler, incaricato Euregio del Land Tirolo, hanno svolto un ruolo determinante nella realizzazione del progetto. A fornire i locali all’associazione Porta GiuliaHofer è la città di Mantova, mentre l’Euregio Tirolese sostiene finanziariamente il progetto.

euregio tirolese
Il saluto degli Schützen alla figura di Andreas Hofer a Mantova.

Andreas Hofer nacque il 22 novembre 1767 presso il maso Sandhof in Val Passiria in Alto Adige. Terminata la scuola elementare Andreas fu mandato nel Tirolo italiano, per imparare la lingua e apprendere il mestiere di oste e contadino. Fu a Cles e poi a Ballino; ritornato a gestire il maso di famiglia, si sposò nel 1789 ed ebbe sette figli. Nel 1790 fu eletto rappresentante della Val Passiria nel Landtag (Consiglio regionale) e nel corso della prima guerra di coalizione, nel 1796-97, fu impegnato al Passo del Tonale, al comando degli Schützen della Passiria.

Per il suo carisma e i numerosi contatti che aveva allacciato durante la sua permanenza nel Tirolo italiano e nella sua professione di oste, Andreas Hofer fu scelto tra le persone fidate che potessero fungere da tramite tra il governo austriaco e la popolazione tirolese, nei preparativi della sollevazione della popolazione della regione, che dovevano accompagnare l’apertura della guerra tra la Francia e l’Austria.

Hofer fu impegnato sul finire di aprile del 1809, negli eventi che portarono alla cacciata dal Trentino delle truppe franco-bavaresi. Dopo la seconda battaglia del Bergisel, nel mese di maggio, Hofer diventò comandante supremo della regione e nel mese di agosto, dopo la terza battaglia del Bergisel, si insediò a Innsbruck come reggente del Tirolo. All’inizio di novembre, con la soppressione da parte dei francesi della sollevazione popolare tirolese, Hofer si ritirò nella propria valle. Si rifugiò con la famiglia presso una malga sulle montagne della Passiria dove fu catturato dai francesi il 27 gennaio 1810. Fu condotto a Mantova e qui fucilato il 20 febbraio 1810.

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, consultate i canali social:

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata