E’ della friulana Tarta Design il rivoluzionario schienale per sedie a rotelle

In dieci anni di ricerca, un’intuizione del tecnico ortopedico Marco Galante si trasforma in un brevetto a favore del miglioramento della qualità di vita dei disabili. 

0
7538
tarta design

Partita come un’avventura, nel 2010, Tarta Design si è trasformata ben presto in una realtà che ha rivoluzionato il settoredella disabilità esportando oggi i propri prodotti in oltre 30 paesi. Un’innovazione che ha modificato le logiche della progettazione e della produzione degli schienali posturali grazie al brevetto Tarta, sviluppato dal tecnico ortopedico e imprenditore friulano Marco Galante.

Si è passati così da schienali a contenimento statico a una filosofia di “adattamento attivo”: non più strutture a cui la schiena deve adattarsi, ma sistemi posturali hi-tech e intelligenti, che sostengono e interagiscono con il corpo in movimento. Ergonomici, modulabili e flessibili, gli schienali Tarta Design assecondano e sostengono il busto e ridistribuiscono i pesi in funzione ai movimenti. Ecco allora che azioni impensabili da compiere con i tradizionali sistemi monoscocca diventano gesti di ordinaria semplicità.

L’azienda di Pasian di Prato, nel cuore del Friuli, ha sfruttato l’evoluzione dei materiali e l’innovazione tecnologica per restituire un prodotto dal design futuristico ed accattivante; perfetta sintesi tra comfort, stile e prestazioni.

tarta design
Il sistema di cuscini di sostegno del modello Tarta original.

«I concetti di flessibilità, torsione e libertà di movimento sono stati innovazione pura per il settore degli schienali posturali. Così come l’attenzione al design e all’estetica – precisa Marco Galante -. I disabili passano in media quattordici ore al giorno sulla carrozzina. Un dato che evidenzia come lo schienale sia parte integrante della quotidianità di chi ha una disabilità. Per questo è fondamentale fornire un prodotto dalle prestazioni tecniche elevate, bello da vedere e che garantisca una comodità di seduta prolungata. Ed è proprio per questo che i nostri schienali sono, sì, adattabili a qualsiasi tipo di seduta e modulabili sulla base di qualsiasi esigenza medica ma, al contempo, sono personalizzabili nell’aspetto estetico sulla base dello stile e della personalità di chi li utilizza».

tarta design
Il sistema di molle di sostegno del modello Tarta original.

Sono due i modelli di punta: in commercio dal 2011, “Tarta Original” è stato il primo schienale posturale flessibile al mondo al quale nel 2016 è stato affiancato “Tarta Emys”, che ha arricchito la gamma sia dal punto di vista tecnico-funzionale, con l’introduzione di nuove possibilità di regolazione, che da quello estetico, con un design ottimizzato per le personalizzazioni grafiche. Inoltre dal 2017, con il modello “Tarta Kid” e “Tarta Kid Pro”, l’azienda ha rivolto la propria attenzione alla disabilitàdei bambini da 7 mesi a 8 anni. Questi prodotti dedicati all’infanzia coniugano le prestazioni tecniche a una sensibilità particolare all’impatto estetico. Dai seggioloni alle carrozzine, passando per i passeggini, tutto qui si compone di linee semplici e colori neutri che garantiscono un minor impatto visivo rispetto ai tradizionali strumenti dedicati ai bambini con disabilità.

Prossimo obiettivo di Tarta Design l’ergonomia di largo consumo: il gruppo di Tarta Design è all’opera nella progettazione e nella prototipazione di sedute dedicate alla casa e all’ufficio che possano essere utilizzate indistintamente sia da chi ha delle disabilità fisiche sia da chi non ne ha.

Tutti i modelli utilizzano la tecnologia brevettata Tarta, caratterizzata da tre elementi principali: le “vertebre”, le molle in acciaio armonico e le doghe. Perno del sistema è la colonna centrale formata da “vertebre” collegate tra di loro attraverso fasce di molle. La modularità delle vertebre e le caratteristiche specifiche dell’acciaio armonico consentono alla colonna di flettersi e torcersi quando sollecitata e di tornare alla posizione di partenza, terminata la sollecitazione. Questa tipologia di acciaio non solo assicura la massima elasticità e leggerezza, ma garantisce anche resistenza e durevolezza nel tempo. La colonna, inoltre, può essere bloccata completamente lungo tutta la sua estensione oppure solamente in certe parti, alternando quindi zone di supporto a zone flessibili.

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, consultate i canali social:

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata