Provincia di Bolzano approvato il programma 2020-22 per la realizzazione di infrastrutture stradali

Previsto un investimento annuo di poco meno di 120 milioni di euro, il 30% in più rispetto agli anni scorsi. 

0
455
infrastrutture stradali
Il rendering del nuovo ponte sull'Adige e sull'autostrada ad Egna.

La Giunta provinciale di Bolzano ha approvato il programma 2020-22 per la realizzazione di infrastrutture stradali. Il programma approvato e presentato dall’assessore alla mobilità, Daniel Alfreider, comprende, tra l’altro, 37 progetti relativi a strade statali o provinciali già in fase di attuazione o che stanno per essere assegnati mediante gare d’appalto.

«Nei prossimi tre anni abbiamo intenzione portare a compimento una serie di progetti riguardanti circonvallazioni o sistemazioni di strade, nonché risanamenti di ponti e la messa in sicurezza dalla caduta massi di vari tratti stradali – sottolinea Alfreider -. Il programma comprende inoltre l’avvio nei vari comprensori provinciali di 28 nuovi progetti. In questo modo abbiamo praticamente raddoppiato i progetti in fase di realizzazione e nell’arco del triennio questo settore registrerà un aumento degli investimenti pari a circa il 30% rispetto agli anni scorsi».

Questo aumento è stato possibile grazie allo strumento del cosiddetto “DANC”, il debito autorizzato non contratto, attraverso cui già all’inizio dell’anno possono essere avviati degli interventi sulla base degli strumenti finanziari stimatiprovenienti dal bilancio di assestamento che si compirà solo a metà anno. Nel passato questi strumenti finanziari venivano resi disponibili solo nei mesi successivi. Il programma prevede quindi un investimento annuo da parte della Provincia nel settore della viabilità di 119,2 milioni di euro tra il 2020 ed il 2022.

«L’obiettivo prioritario – afferma Alfreider – è garantire una rete stradale sicura, ma anche di migliorare la qualità della vita, grazie alla realizzazione delle necessarie infrastrutture, nelle località tuttora attraversate dalle arterie stradali. Non verranno realizzate solamente circonvallazioni, ma anche piccoli e medi interventi per la messa in sicurezza della rete stradale. Grazie all’intensa attività della Ripartizione infrastrutture in collaborazione con il Servizio strade, i tecnici e le imprese coinvolte intendiamo realizzare i progetti in base alle tempistiche indicate».

In merito a Bolzano, i principali interventi previsti dal programma triennale di infrastrutture stradali approvato dalla giunta riguardano la prosecuzione dei lavori per la realizzazione del metrobus tra Bolzano e l’Oltradige con il lotto nr. 9 a Caldaro, mentre sono già stati ultimati i lotti 1, 2, 4, 5, 6 ed 8. È in fase di progettazione il lotto 3 in corrispondenza del maso Pillhof a Frangarto. Sono compresi inoltre l’interramento della circonvallazione di Bolzano nel tratto compreso tra via Galvani e via Buozzi e la realizzazione di un sottopasso in via Roma.

«Vanno menzionati – secondo il direttore di ripartizione, Valentino Pagani – anche i lavori relativi a via Einstein con la realizzazione di due rotonde su due piani e la riorganizzazione dell’intera zona industriale con la parallela incentivazione di strutture per il trasporto pubblico».

Il programma delle infrastrutture stradali prevede la realizzazione, entro il 2022, di circonvallazioni in numerose località della provincia, la sistemazione di tratti stradali, incroci e la messa in sicurezza dalla caduta di massi e valanghe. Tra i lavori che proseguiranno quest’anno o per i quali verranno effettuate le gare d’appalto vi sono, ad esempio, la circonvallazione di Castelbello, l’accesso alla Val Badia, la circonvallazione di Chienes, per la quale la commissione di valutazione sta esaminando le offerte. Se verrà concluso il relativo procedimento giudiziario potranno iniziare i lavori per il secondo lotto della circonvallazione di Merano. Si prevede inoltre di rinnovare il ponte sull’Adige e l’autostrada ad Egna, di ampliare la strada provinciale della Val d’Ultimo e di realizzare due rotatorie a Dobbiaco. Utilizzando lo strumento del “DANC” verranno inoltre finanziate le circonvallazioni di Bronzolo e di Varna per le quali tra breve verranno indette le gare d’appalto. Il programma include anche la circonvallazione di Perca.

Altri progetti di infrastrutture stradali riguardano il risanamento della “Me-Bo” (secondo lotto), il miglioramento dell’incrocio di Sluderno, l’ampliamento della strada a Collepietra, il risanamento della strada provinciale di Albions nel Comune di Lajon, il risanamento della galleria lungo la strada statale di Nova Ponente, la costruzione della galleria paravalanghe nei pressi di Rio Pusteria, il risanamento dei ponti lungo la strada statale del Passo Sella. Nel 2021, in base al programma, verranno appaltati 17 progetti e nel 2022 altri sette.

Il programma potrà avere positive ricadute anche sull’economia locale, soprattutto quella legata all’edilizia e alle strade.

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, consultate i canali social:

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata