Friuli Venezia Giulia, bando per la fornitura mascherine lavabili e riutilizzabili da fornire a tutti cittadini

Fedriga: «chi va al lavoro o fa spesa, sia dotato della mascherina protettiva». 

0
833
mascherine lavabili legge stabilità
Il governatore Massimiliano Fedriga (a dx) con il vice Riccardo Riccardi.

Per cercare di arginare la diffusione del Coronavirus, la Protezione civile del Friuli Venezia Giulia vara un bando rivolto alle aziende per la fornitura mascherine lavabili e riutilizzabili, anche senza marchio CE, da fornire gratuitamente a tutti cittadini.

«Per le mascherine da garantire al personale sanitario continuiamo a insistere con lo Stato dal quale però dobbiamo riceverle. Per il resto della popolazione abbiamo ottenuto una deroga alle caratteristiche delle mascherine per poterle produrre in Friuli Venezia Giulia – affermano il governatore Massimiliano Fedriga e il vicegovernatore con delega a Salute e Protezione civile, Riccardo Riccardi -. L’obiettivo è fornire gratuitamente e prima possibile a ciascun cittadino della regione due mascherine lavabili e riutilizzabili in grado di contenere particelle salivali emesse e di ridurre quindi la diffusione del contagio da Coronavirus».

«Se da una parte – spiegano Fedriga e Riccardi – stiamo facendo un pressing sulla gestione commissariale per ottenere i dispositivi di protezione individuale per far lavorare in sicurezza il personale sanitario, dall’altra è necessario che anche le persone che si recano al lavoro e i cittadini che escono per l’approvvigionamento di cibo o per motivi sanitari debbano essere dotati di dispositivi di protezione».

L’avviso diramato dalla Protezione civile del Friuli Venezia Giulia prevede che le mascherine siano riutilizzabili in quanto realizzate in materiale lavabile in soluzione allo 0,5% di ipoclorito di sodio a freddo per almeno 20 cicli senza perditadelle caratteristiche iniziali.

«Con la produzione di mascherine che noi ci attendiamo di stimolare grazie a questo avviso e contando su una fornitura celere, l’auspicio – concludono Fedriga e Riccardi – è di rifornire già dalla prossima settimana, attraverso i volontari della Protezione civile, tutti i cittadini in modo di limitare al massimo la possibilità di contagio».

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, consultate i canali social:

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata