Coronavirus, Casellati “Premier e Governo si raccordino con le Camere”

0
70

ROMA (ITALPRESS) – “Sono convinta che la centralita’ del Parlamento non possa mai venire meno, soprattutto quando i provvedimenti governativi limitano le liberta’ personali dei cittadini e le attivita’ essenziali all’economia del Paese. Siamo una democrazia parlamentare. E’ fondamentale percio’ che il presidente del Consiglio e il Governo stabiliscano un sistematico raccordo, ad ora mai attuato, con i presidenti delle Camere in merito a ogni iniziativa normativa, relativa all’emergenza Coronavirus, per consentire ai parlamentari di svolgere le prerogative affidate loro dalla Carta Costituzionale”. Cosi’ il presidente del Senato, Elisabetta Casellati. “In un momento drammatico come quello che il Paese sta attraversando, basta con le polemiche su una presunta chiusura del Parlamento che creano soltanto una pericolosa disinformazione. Lo dico a costo di ripetermi – aggiunge -, l’attivita’ legislativa non subira’ alcuna limitazione, ne’ vi saranno restrizioni delle prerogative parlamentari. Sin da quando e’ scattata l’emergenza – prosegue Casellati – il Senato non ha mai smesso di lavorare e, personalmente, non mi sono mai mossa da Palazzo Madama proprio per garantirne la piena operativita’, nel rispetto della sicurezza sanitaria dei senatori e di tutto il personale. Fin dall’ultima settimana di febbraio abbiamo adottato le misure necessarie a contenere il contagio, dalle distanze di sicurezza in commissione e in Aula, alle modalita’ di votazione idonee ad evitare assembramenti. La prossima settimana tutte le commissioni lavoreranno sul decreto che stabilisce le misure sull’emergenza Coronavirus; ci sara’ la conferenza dei capigruppo; in commissione Bilancio Camera/Senato verra’ audito in videoconferenza il ministro Gualtieri e l’Aula si riunira’ per stabilire la sequenza dei lavori in Assemblea oltre alle modalita’ di voto”, conclude Casellati.
(ITALPRESS).

L’articolo Coronavirus, Casellati “Premier e Governo si raccordino con le Camere” proviene da Italpress.