Fondazione Cariplo avvia campagna fondi, sportivi bresciani generosi

0
91

MILANO (ITALPRESS) – La Fondazione Cariplo sempre piu’ al fianco di chi combatte, in prima linea, la lotta al coronavirus. Dopo l’avvio dei fondi avviati dalla Fondazione l’11 marzo, sono oltre 26 i milioni di euro raccolti tra la gente e le aziende per contribuire fattivamente al superamento dell’emergenza sanitaria, ancor piu’ pressante in Lombardia. A Brescia, una delle citta’ piu’ colpite dall’emergenza, la fondazione della comunita’ bresciana ha attivato AiutiamoBrescia, il fondo, avviato con una dotazione iniziale di 50mila euro da parte di Fondazione Cariplo e 100mila euro dalla fondazione locale, che e’ destinato al sostegno degli ospedali per l’emergenza sanitaria: in pochi giorni ha raccolto oltre 11,8 milioni di euro con una gara di solidarieta’ che prosegue senza sosta. Per la raccolta e’ stata utilizzata la piattaforma Forfunding di Intesa Sanpaolo, oltre ad un Iban dedicato. Grazie ad AiutiamoBrescia sono gia’ stati creati quarantadue posti in terapia intensiva nei presidi sanitari del territorio con 2,5 milioni donati, posti letto che, vista la progressione eccezionale della raccolta, arriveranno a raggiungere presto i duecento. Anche a Brescia lo sport si e’ fermato, ma non il cuore degli sportivi, come dimostra, ad esempio, la #calcettoacasachallenge ideata da Orazio Franco,a cui hanno aderito anche alcuni giocatori del Venezia e del FeralpiSalo’. C’e’ poi l’impegno concreto di Lorenzo Zanetti, 33 anni, pilota Ducati che ha devoluto per l’emergenza i premi vinti in Malesia. Dalle due ruote al basket: nasce anche la raccolta fondi degli Irriducibili Leonessa, la tifoseria organizzata della Germani Brescia con 300 membri che ha in Paolo Gualdi uno dei responsabili. La solidarieta’, infine, puo’ passare anche attraverso la passione per il Fantacalcio grazie ad un gruppo di amici lombardi che ha deciso di devolvere il loro montepremio.
(ITALPRESS).

L’articolo Fondazione Cariplo avvia campagna fondi, sportivi bresciani generosi proviene da Italpress.