Latte fresco: vinta la battaglia degli allevatori del NordEst

Il ministero della Salute rigetta la domanda di allungamento della data di scadenza avanzata dalle multinazionali del settore. Pan: «una conferma importante per i produttori del Veneto e di tutto il NordEst».

0
1176
latte fresco in tazza

Gli allevatori del NordEst hanno vinto la battaglia del latte fresco contro la richiesta di alcune multinazionali di allungare la data di scadenza, favorendo così un maggior ricorso delle importazioni dall’estero a basso costoche avrebbero inevitabilmente penalizzato la produzione delle stalle di collina e di montagna.

Soddisfatto l’assessore all’agricoltura del Veneto, Giuseppe Pan: «dal ministero per la Salute arriva una conferma importante per i produttori del Veneto e del NordEst: nessun allungamento di scadenza per il latte fresco. Così si difende la qualità e la salubrità del latte prodotto in Italia, e in particolare di quello raccolto nelle circa 3.000 stalle del Veneto, e si chiudono le porte a possibili fenomeni di concorrenza sleale».

Con una nota ufficiale della Direzione generale per l’igiene e la sicurezza degli alimenti del ministero della Salute, il direttore Massimo Casciello ha rassicurato i produttori e associazioni che la legge in vigore sul latte fresco pastorizzato (n. 204/2004) non sarà cambiata e che pertanto la data di scadenza resta riferita al sesto giorno successivo al trattamento termico.

Pan e gli altri assessori del NordEst si erano fatti interpreti delle preoccupazioni espresse da Aprolav e dalle centrali del latte del Veneto, Assolatte, Latte del Trentino invitando a respingere le richieste di chi avrebbe voluto allungare la scadenza del latte fresco, viste le tensioni sui mercati e i problemi di approvvigionamento creati dall’emergenza Coronavirus, aprendo così le porte a maggiori importazioni dall’estero.

«Il latte è un prodotto facilmente deperibile, la cui qualità è garantita dalla tracciabilità e da severi disciplinaridi produzione – conclude Pan –. A garantirne il rispetto, è il sistema dei controlli regionale e nazionale sui produttori, a tutela della salute dei consumatori. Garanzie analoghe non possono essere date dagli stock di latte crudo importati dall’estero».

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, consultate i canali social:

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata