Olimpiadi invernali 2026: via libera definitiva alla “legge olimpica”

Il Senato vota all’unanimità il provvedimento. Ora via all’organizzazione degli eventi e delle opere infrastrutturali di contorno. Zaia: «ora inizia l’avventura». 

0
181
Olimpiadi invernali 2026

Via libera definitivo e pressoché unanime (un solo astenuto) con 225 voti a favore dell’aula del Senato al decreto legge sull’organizzazione e lo svolgimento delle Olimpiadi invernali 2026 Milano-Cortina, dei giochi paralimpici invernali e delle finali di tennis di Torino, oltre alle norme in materia di divieto di attività parassitaria.

La legge provvede ad istituire il Consiglio olimpico congiunto, l’organismo che dovrà vigilare sulla realizzazione delle Olimpiadi invernali 2026. Previsto anche il riconoscimento del comitato organizzatore, costituito lo scorso 9 dicembre dal Comitato olimpico nazionale italiano, dal Comitato italiano paralimpico, dalla regione Lombardia, dalla regione Veneto, dai comuni di Milano e di Cortina. Via alla costituzione della società Infrastrutture Milano-Cortina 2020-2026 spa che sarà la centrale di committenza e la stazione appaltante per realizzare le opere previste per l’evento. Previste anche le garanzie finanziarie statali per intraprendere i lavori necessari.

Nella legge olimpica è confluito anche il torneo finale (ex Masters) degli otto primi tennisti mondiali che per cinque anni si svolgerà a Torino. Il governo si è impegnato a fornire le garanzie economiche per l’evento, circa 78 milioni spalmati su sei anni a partire dal 2024.

Il testo contiene poi le norme contro la pubblicità parassitaria, ovvero il tentativo di associare un marchio a un grande evento mediatico per beneficiare, con profitto economico e concorrenziale, della sua visibilità, senza esserne uno sponsor autorizzato dell’evento olimpico.

«L’Italia riparte insieme allo sport»: questo il primo commento del ministro allo sport, Vincenzo Spadafora, all’approvazione definitiva della legge per le Olimpiadi Invernali 2026 e Paralimpiadi Milano Cortina e le finali ATP di Torino. «Un impegno importante – sottolinea il ministro – portato avanti, nonostante l’emergenza, grazie alla collaborazione di tutti: istituzioni nazionali, regionali, locali, Coni, Cip, federazioni sportive e forze politiche, come dimostra il voto unanime al Senato». Per Spadafora «questo provvedimento genererà sin da subito un’importante spinta per la ripresa economica, in modo particolare nelle aree territoriali maggiormente colpite dal Coronavirus, e avrà positive ripercussioni sulle possibilità lavorative dei giovani».

«Il voto favorevole e definitivo del Senato al decreto legge sullo svolgimento delle Olimpiadi invernali 2026 Milano-Cortina è una grande gioia, il tassello che mancava per cominciare in concreto una grande avventura. Il presente è duro, ma proprio per questo è bello lavorare anche a un futuro d’oro come le medaglie olimpiche – esulta il governatore del Veneto, Luca Zaia -. Per il Veneto dell’impresa e del turismo che oggi soffre le Olimpiadi invernali 2026 simboleggiano il domani, la ripresa, occasioni di sviluppo economico, posti di lavoro che si creeranno, Pil che crescerà».

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, consultate i canali social:

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata