Coronavirus, un terzo degli italiani contrario a spostamenti tra regioni

0
112

ROMA (ITALPRESS) – A partire dal prossimo 3 giugno, il nostro Paese si appresterà ad affrontare la prossima fase dell’emergenza COVID-19 con l’apertura dei confini di tutte o quasi le regioni, consentendo lo spostamento – con le dovute precauzioni ed eventuali restrizioni – dei cittadini su tutto il territorio nazionale. Un provvedimento, però, che divide l’opinione pubblica. E’ quanto emerge da un sondaggio di Euromedia Research.
A fronte di un 43,3% di cittadini che condividono questa scelta, si contrappone un terzo di italiani contrari alla riapertura, che diventano maggioranza tra i residenti nelle Isole. La paura di nuovi contagi è ancora forte tra la popolazione. Tre quarti degli italiani, infatti, temono ancora per una diffusione del virus. Paura che aumenta, anche in questo caso, tra gli abitanti del Sud e delle Isole, che a seguito della possibilità di spostamenti tra le regioni, temono l’arrivo di un flusso di turisti o rientro di residenti provenienti dalle aree maggiormente colpite dal virus e, conseguentemente, il rischio di una maggior diffusione dei contagi dopo essere riusciti a contenerli in queste prime fasi di emergenza.
Dati Euromedia Research per Porta a Porta – Realizzato il 20/05/2020 con metodologia mista CATI/CAWI su un campione di 800 casi rappresentativi della popolazione italiana maggiorenne.
(ITALPRESS).