Con l’autorizzazione ministeriale partono i lanci delle vespe samurai contro la cimice asiatica

Decine di migliaia di femmine samurai pronte per iniziare la loro missione in Trentino, Emilia Romagna, Veneto, Lombardia, Friuli Venezia Giulia e Piemonte.

0
1319
vespa samurai cimice asiatica
La vespa samurai, antagonista naturale della cimice asiatica.

Partito il conto alla rovescia per l’avvio del contrasto naturale alla cimice asiatica col ricorso al suo antagonista naturale, la vespa samurai: dal ministero dell’Ambiente è arrivata la firma al decreto che autorizza le province di Trento e Bolzano, Emilia Romagna, Veneto, Lombardia, Piemonte e Friuli Venezia Giulia al rilascio in campo aperto di decine di migliaia di vespe allevate nei centri di ricerca agricola delle varie realtà regionali. 

Obiettivo della diffusione di centinaia di migliaia di esemplari della minuscola vespa, spiega la Coldiretti, è salvare i raccolti italiani e fermare l’invasione della cimice asiatica che ha già iniziato ad attaccare i frutteti in un anno particolarmente difficile caratterizzato dal moltiplicarsi di eventi estremi, dal gelo alla siccità fino alla grandine. 

Il via libera all’insetto antagonista apre nuove prospettive, anche se ci vorrà tempo prima di avere risultati. E’ per questo motivo che alla lotta biologica con la vespa samurai si deve affiancare, sottolinea Coldiretti, il sostegno delle istituzioni alle imprese, per indennizzare i danni della cimice nel periodo transitorio.

«I lanci verranno effettuati in concomitanza con il picco della deposizione delle uova da parte della cimice asiatica quindi nei mesi di giugno-luglio in modo da massimizzare il successo dell’operazione» spiegano i ricercatori e tecnici della Fondazione Mach della provincia di Trento, i quali assicurano che la vespina, che si riproduce a spese del suo ospite deponendo le proprie uova all’interno delle uova della cimice asiatica, è assolutamente innocua per l’uomo e per gli altri organismi. 

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, consultate i canali social:

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata