Fine concessione: due centrali idroelettriche in Alto Adige entrano gratis nel patrimonio della Provincia

Gli impianti di S. Antonio a Bolzano e Rio Pusteria prese ufficialmente in carico dalla ripartizione provinciale patrimonio da Alperia Greenpower per consegnali al nuovo concessionario Eisackwerk. 

0
608
centrali idroelettriche
Gruppo turbina-alternatore di una centrale idroelettrica.

La Giunta provinciale di Bolzano, su proposta dell’assessore al patrimonio, Massimo Bessone, ha autorizzato la firma del verbale con il quale la società Alperia Greenpower Srl consegna, senza compenso, alla ripartizione patrimonio le centrali idroelettriche di S. Antonio a Bolzano e di Rio Pusteria che aveva gestito in concessione. Questi beni entrano così formalmente nel patrimonio indisponibile della Provincia.

In base alla norma di attuazione dello Statuto di autonomia n. 235 del 26 marzo 1977, la Provincia di Bolzano, al posto dello Stato, al termine dell’utenza delle grandi derivazioni d’acqua, diviene proprietaria, senza compenso, degli immobili e degli impianti principali e accessori che vengono usati al fine della derivazione d’acqua. 

«Strutture di importanza strategica come i grandi impianti di produzione di energia idroelettrica è fondamentale che risiedano in mano pubblica – sottolinea Bessone -. Si tratta del primo trasferimento formale di centrali idroelettriche alla Provincia a scadenza concessione, al quale ne seguiranno via via altri». Che saranno centrali idroelettriche di dimensioni molto maggiore di quelle appena rilevate.

Dopo la presa in consegna da parte della Provincia, tutte le opere di raccolta, di regolazione, di condotte forzate ed i canali di scarico, in stato di regolare funzionamento, definiti beni gratuitamente devolvibili, saranno dati in concessione formale a pieno titolo alla società Eisackwerk Srl di Bolzano che ne è già il nuovo concessionario. Nello specifico si tratta degli impianti idroelettrici di S. Antonio a Bolzano e di Rio Pusteria. 

Il valore d’inventario delle opere delle due centrali idroelettriche comunicati dal precedente concessionario, Alperia Greenpower, e confermati dall‘Ufficio estimo ed espropri, sono di oltre 1,4 milioni di euro per l’impianto di Rio Pusteria e di 12,7 milioni di euro per quello di S. Antonio.

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, consultate i canali social:

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata