Festival dell’economia a Trento, inaugurata la XV edizione

Tema di quest’anno in edizione completamente digitale “Ambiente e crescita”. Boeri: «raggiungiamo più persone mantenendo rapporto con pubblico».

0
485
festival dell'economia

Si è aperta la XV edizione del Festival dell’Economia di Trento, incentrato su “Ambiente e crescita”. Una questione fondamentale del nostro tempo – sottolineano gli organizzatori – non solo per la necessità di intervenire prima che i cambiamenti climatici diventino irreversibili, ma anche per capire come rilanciare l’economia colpita dagli effetti del Coronavirus.

 Il Festival dell’economia quest’anno – dopo essere stata spostato da fine maggio a settembre – sarà in una versione completamente online, senza la presenza del pubblico, a causa dell’emergenza Covid-19. Tutti gli incontri saranno trasmessi via streaming sul sito del Festival, in italiano e in inglese. Una selezione di eventi sara’ trasmessa in diretta in italiano anche sulla pagina Facebook.

Fino al 27 settembre sono previsti 40 incontri con gli esperti, tra cui 6 premi Nobel, come Lars Peter Hansen, uno dei principali esperti di dinamiche economiche a livello mondiale, e Michael Spence, che discuterà di “pandemia e innovazione”. Tra i relatori anche il governatore di Bankitalia, Ignazio Visco, e il divulgatore e giornalista Piero Angela, che discuterà di tecnologia e sostenibilità. Sono previsti anche gli interventi del ministro per gli Affari Europei, Enzo Amendola, del premier Giuseppe Conte, della vicepresidente della Regione Emilia Romagna, Elly Schlein, di Paolo Guerrieri e Pier Carlo Padoan. 

Si dicuterà anche di “carbon tax” con la presidente di Terna, Valentina Bossetti, e di organizzazione decentrata e cooperativa ispirata dalle piante con Stefano Mancuso, scienziato di fama internazionale che dirige il Laboratorio internazionale di neurobiologia vegetale dell’Università di Firenze. Laurence Boone, capo economista presso l’Ocse, discuterà invece delle sfide che la politica economica, globale e nazionale, dovrà affrontare nei prossimi anni dopo la pandemia. 

L’inaugurazione del Festival dell’economia 2020 è avvenuta presso il Teatro Sociale di Trento, con la partecipazione del nuovo sindaco di Trento, Franco Ianeselli, del rettore dell’Università di Trento, Paolo Collini, dell’editore Giuseppe Laterza, e degli economisti Tito Boeri (direttore scientifico del Festival) e Innocenzo Cipolletta. 

Il presidente della Provincia di Trento, Maurizio Fugatti, e il capo di ricerca di Intesa Sanpaolo, Gregorio De Felice, sono intervenuti in videoconferenza. Il tema dell’evento, al pari di quello dell’edizione del Festival, è stato “Ambiente e crescita”. 

«Questa XV edizione è un traguardo che ci riempie di orgoglio. Non ci saremmo mai aspettati di doverlo fare in streaming, perché la forza del Festival è la partecipazione del pubblico. Oggi vogliamo cogliere l’opportunità di raggiungere un numero sempre più ampio di persone, mantenendo le caratteristiche di apertura al confronto con il pubblico. In 15 anni abbiamo prodotti tante idee, organizzando 1.200 eventi e 60 giorni di seminari – ha detto Tito Boeri -. Il tema dell’ambiente è stato scelto prima del Covid-19, ma gli argomenti che affronteremo in queste giornate avranno terreno fertile, perché con la pandemia abbiamo visto tutti come le scelte individuali si riflettano su tutti».

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, consultate i canali social:

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata