Coin ottiene 30 milioni di finanziamento per la gestione post lockdown dovuto al Covid-19

0
157

Coin S.p.A., assistita dallo Studio legale BM&A, rafforza la propria struttura finanziaria grazie al raggiungimento di un accordo con il sistema bancario. Lo studio Linklaters ha assistito il pool di banche.

Come previsto dai decreti emanati dal Governo italiano per far fronte all’emergenza, Coin S.p.A. – la più diffusa catena di department store in Italia – ha sottoscritto un nuovo contratto di finanziamento Sace dall’importo di 30 milioni di Euro che consentirà di accelerare il percorso di normalizzazione della gestione post lockdown dovuto al Covid-19 e alla chiusura forzata dei negozi.

Linklaters ha assistito un gruppo di banche coordinato da Intesa SanPaolo (la quale ha agito anche come agente Sace) e composto da Banca del Mezzogiorno – Mediocredito Centrale S.p.A., Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A., Banco BPM S.p.A., Illimity Bank S.p.A., nonché dalla medesima Intesa SanPaolo S.p.A., in qualità di banche organizzatrici.

Lo studio BM&A ha assistito Coin con un team composto dal partner Massimo Zappalà e dall’associate Dario Battistella.

Linklaters ha assistito il pool di banche con un team composto dal partner Andrea Arosio, dalla counsel Alessandra Ortelli, dal managing associate Marco Carrieri e dall’associate Carlo Amato per gli aspetti banking e dal counsel Fabio Balza per gli aspetti fiscali.

Scopri tutti gli incarichi: Dario Battistella – BM&A; Massimo Zappalà – BM&A; Carlo Amato – Linklaters; Andrea Arosio – Linklaters; Fabio Balza – Linklaters; Marco Carrieri – Linklaters; Alessandra Ortelli – Linklaters;