Consiglio regionale del Veneto: Ciambetti confermato presidente

Prima seduta della XI legislatura. Sarà affiancato alla vicepresidenza da Ignazio Finco (Lega) e da Francesca Zottis (Pd). 

0
230
consiglio regionale del veneto
Roberto Ciambetti rieletto alla presidenza del Consiglio regionale del Veneto.

L’undicesima legislatura del Consiglio regionale del Veneto è iniziata con l’elezione dei vertici dell’Assemblea. Roberto Ciambetti (Lista Zaia), 55 anni, vicentino di Sandrigo, è stato rieletto alla presidenza del Consiglio regionale del Veneto. Ciambetti, che ha guidato il Consiglio veneto negli ultimi cinque anni, è stato riconfermato con 37 voti (14 schede bianche). 

«L’Autonomia, prevista dalla Costituzione e richiesta dalla stragrande maggioranza dei Veneti, e il regionalismo sono la chiave di volta per modernizzare l’intero Paese. L’Autonomia incarna il nuovo patto di rinascita tra territorio e Stato – ha detto Ciambetti nel suo discorso introduttivo della nuova legislatura regionale -. Non nascondo che l’impegno e lo sforzo del Consiglio, in un momento drammatico come questo, non solo per l’emergenza sanitaria, ma anche per quella economica, determinerà una forte domanda di servizi e assistenza sociale. Ma l’emergenza sanitaria non deve giustificare scelte e svolte. Bisogna guardare al futuro con lungimiranza, bisogna proporre una nuova politica, capace di operare in tempi rapidi».

Ad affiancare Ciambetti nella guida dei lavori del Consiglio regionale del Veneto saranno i due vicepresidenti: Nicola Ignazio Finco (Lega), 37 anni, vicentino di Bassano del Grappa, e Francesca Zottis (Pd), 41 anni, veneziana di San Donà di Piave. Finco, vicepresidente di maggioranza, ha ottenuto 36 voti, Zottis, esponente dell’opposizione, 9 (6 schede bianche). 

L’Assemblea di palazzo Ferro-Fini in questa legislatura si colora di rosa. Sui banchi siedono 18 donne su 51 eletti e nell’ufficio di presidenza torna la doppia rappresentanza di genere, con 3 donne elette su 5 componenti.

Al femminile entrambe le figure di consigliere segretario: Alessandra Sponda (lista Zaia) per la maggioranza, ed Erika Baldin (Movimento 5 Stelle) per le opposizioni. Alessandra Sponda, 29 anni, di Lavagno, è la più giovane consigliera regionale di questa legislatura. Laureata in architettura, già assessore comunale all’urbanistica e all’edilizia privata nel comune dell’Est veronese, è consigliere comunale ed è stata eletta nella circoscrizione veronese della lista Zaia Presidente. Erika Baldin (M5S), nata a Chioggia 31 anni fa, due lauree (in Scienze politiche a Padova e in Giurisprudenza a Ferrara), consigliera comunale nel suo comune dal 2011 sui banchi pentastellati, è alla sua seconda legislatura regionale, rieletta nella circoscrizione di Venezia.

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, consultate i canali social:

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata