La Germania inserisce l’Alto Adige tra le zone a rischio Coronavirus

Moser: «grande preoccupazione per le conseguenze sul commercio e turismo locale per la riduzione degli arrivi dei tedeschi».

0
812
zone a rischio Coronavirus

Dalla Germania e dall’Istituto Robert Koch che si occupa della prevenzione delle malattie infettive arriva l’inserimento dell’Alto Adige tra le zone a rischio Coronavirus con il conseguente sconsiglio ai viaggi in questa zona per i cittadini tedeschi.

Una notizia che è stata accolta con vivo allarme dal settore commerciale e turistico altoatesino: «non vorrei pronunciare la parola catastrofe, ma la preoccupazione è sicuramente grande – commenta a caldo il presidente dell’Unione commercio e servizi, Philipp Moser -. Se dovesse protrarsi troppo a lungo la classificazione dell’Alto Adige come zona a rischio, non posso che vedere conseguenze negative soprattutto per il commercio stazionario di beni non alimentari nei centri storici della provincia».

Si tratta di un settore, secondo Moser, che lavora moltissimo con gli ospiti che visitano i nostri centri urbani e storici, «arrivando a prevedere una perdita di fatturato fino al 50%».

«Agli occhi dell’opinione pubblica, il settore del turismo è quello che risulta maggiormente colpito dal Covid-19 – afferma Moser -. Meno considerato è invece il commercio al dettaglio stazionario che, come in questo caso specifico, e da molti mesi ormai, lotta con grandi difficoltà, risultando una delle vittime principali di questa crisi. A registrare grandi perdite è soprattutto il settore dell’abbigliamento».

E il rischio è che lo “sconsigliogermanico venga seguito anche da altri paesi confinanti con l’Alto Adige e, magari, pure esteso anche ad altre zone d’Italia, ad iniziare dalla Lombardia, Veneto e Trentino dove i casi di Coronavirus sono in continua crescita, affossando la prossima stagione turistica invernale che già nasce sotto la cancellazione dei mercatini di Natale che in Trentino Alto Adige mobilitano circa 140 milioni di giro d’affari.

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, consultate i canali social:

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata