Covid-19: le terapie intensive di 10 regioni tornano sopra soglia allerta del 30%

In Trentino la situazione più critica. Agenas rilancia l'allerta.

0
5127
covid-19 zona arancione

Le terapie intensive occupate da pazienti Covid-19 tornano, a livello nazionale, sopra la soglia d’allerta del 30% fissata in base al decreto del ministro della Salute del 30 aprile 2020, attestandosi al 31%, l’1% in più rispetto a 7 giorni fa, così come dello stesso livello, rispetto a una settimana fa, anche il numero dei posti letto in reparto occupati da pazienti Covid, che arriva al 37%. 

Se la media nazionale è sotto la soglia di allerta del 40%, lo stesso non accade per 10 regioni (una in più rispetto al 6 gennaio scorso) che superano la soglia di criticità secondo i dati del monitoraggio dell’Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali (Agenas) relativi al 12 gennaio. 

In base ai dati di ieri sono 9 le regioni in cui la soglia delle terapie intensive viene superata: Emilia Romagna (31%), Alto Adige (32%), Lazio (35%), Marche e Veneto (36%), Friuli Venezia Giulia (39%), Lombardia (38%), Umbria (43%) e Trentino (48%). 

Per quanto riguarda i posti occupati in areanon critica”, ovvero nei reparti di medicina, pneumologia e malattie infettive, la soglia limite è stata individuata al 40% è stata superata in 10 regioni, una in più rispetto a una settimana fa: Puglia (41%), Liguria (42%), Veneto (43%), Lazio ed Emilia Romagna (45%), Piemonte (46%), Marche (50%), Friuli Venezia Giulia (53%), Alto Adige (46%), Trentino (57%).

Dai dati, emerge la particolare situazione del Trentino, dove pur continuando a rimanerezona giallaevidenzia il superamento di entrambe le soglie di guardia Covid-19, con la possibilità che possa fare il salto in “zona rossa” per evitare di arrivare in una situazione di emergenza del sistema sanitario locale.

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, consultate i canali social:

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata