Nasce H2-Ice, alleanza italiana per l’idrogeno nell’autotrazione pesante

Coinvolte le filiali italiane di Punch e Avl, Industria Italiana Autobus, Landi Renzo, Tper.

0
1204
h2-ice
La sala prova motori al banco di Punch Torino per la sperimentazione del motore termico ad idrogeno dell'alleanza H2-Ice.

Si chiama H2-Ice: è l’alleanza di imprese italiane che punta promuovere l’utilizzo dell’idrogeno per la trazione di veicoli nel trasporto pubblico direttamente in un motore termico invece che tramite una cella a combustibile. 

Punch Torino e Avl Italia hanno iniziato lo sviluppo di un motore a combustione interna (Ice) alimentato a idrogeno, che, con il supporto dell’azienda emiliana Landi Renzo, specializzata nella produzione di componenti e impianti a gas per motori termici e sistemi a gas, verrà istallato da Industria Italiana Autobus su un veicolo urbano, a sua volta testato in servizio da Tper, l’azienda di trasporto pubblico della regione Emilia Romagna.

Il veicolo sperimentale rappresenta un passo avanti per una mobilità sostenibile utilizzando gran parte delle tecnologie esistenti per l’autotrazione a supporto del processo di decarbonizzazione e sarà frutto del lavoro delle aziende partner che vorranno aderire a questa iniziativa. 

In futuro, H2-Ice, che può contare sul supporto di Nomisma, prevede di espandere il proprio campo di azione ad altri ambiti di applicazione, accelerando lo sviluppo dell’uso di fonti alternative ecologiche. Questo garantirebbe di valorizzare gli investimenti realizzati negli anni, in termini economici e di competenze tecnologiche, e di limitare eventuali costi di reingegnerizzazione. 

Punch Torino è nata nel febbraio 2020 con l’acquisizione da parte del gruppo belga Punch del centro di ingegneria General Motors Global Propulsion System. 

Landi Renzo, società emiliana che opera nei negli impianti a gas per autoveicoli e mezzi pesanti, consolida ulteriormente la sua partecipazione allo sviluppo di soluzioni per la mobilità ad idrogeno e in H2-Ice si occuperà nello specifico di sviluppare e produrre componenti per motori a idrogeno da impiegare negli autobus e camion. 

Questo ulteriore accordo si inserisce nella «strategia del nostro gruppo di diventare un protagonista di rifermento nella transizione verso la decarbonizzazione energetica, dove possiamo giocare un ruolo davvero di primo piano – afferma Cristiano Musi, amministratore delegato di Landi Renzo -. Lavorare con partner di livello come Punch Torino, AVL Italia, Industria Italiana Autobus e Tper per mettere a fattor comune le competenze delle aziende di eccellenza del nostro Paese è la strada vincente per valorizzare le grandi potenzialità dell’idrogeno. Come gruppo siamo impegnati nello sviluppo di nuove soluzioni per l’idrogeno sia nell’automotive che nelle infrastrutture».

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, consultate i canali social:

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata