Euregio Tirolese: incontro della commissione interregionale

Discussi gli argomenti della prossima riunione congiunta dei tre parlamenti territoriali di Tirolo, Alto Adige e Trentino.

0
1338
euregio tirolese

Lavori in corso per l’Euregio Tirolese, il Gect che riunisce i Consigli provinciali di Tirolo, Alto Adige e Trentino: nel corso della riunione della Commissione interregionale, i 21 delegati hanno discusso in videoconferenza sui contenuti della XIV Seduta congiunta delle tre assemblee legislative che si riunisce di regola ogni due anni. La prossima sarà a ottobre 2021, e la presidente della Dieta tirolese, Sonja Ledl-Rossmann, ne ha assunto la presidenza già dall’ottobre 2019.

Se la situazione relativa alla pandemia da Covid-19 lo consentirà, i tre Consigli dell’Euregio Tirolese si riuniranno il 21 e 22 ottobre nel Centro congressi Alpbach, in Tirolo, come già concordato dai tre presidenti. Discussa anche la procedura relativa a elaborazione delle proposte, termine di consegna e riunioni future nell’ottica di una più stretta collaborazione a cavallo del Brennero.

«La nostra seduta di anniversario – l’Assemblea congiunta festeggia nel 2021 il trentesimo compleanno – sarà particolare da molti punti di vista – afferma Ledl-Rossmann -: è previsto, per esempio, un contorno festivo, ma tutto dipenderà dalla diffusione del Coronavirus, e ci prepariamo a ogni eventualità».

Nel corso della seduta preparatoria, il presidente del Tirolo, Günther Platter, ha informato consiglieri in merito agli sviluppi del GECT Tirolo-Alto Adige-Trentino: «Ad Alpbach, l’estate scorsa, abbiamo stabilito le basi per l’ulteriore sviluppo dell’Euregio Tirolese, e negli ultimi mesi si è lavorato intensamente per rinnovare statuti e accordi: lo scopo è rivalutare l’Assemblea e rafforzare la partecipazioni di cittadine, cittadini e comuni». 

In tal modo si pongono le basi per una collaborazione più intensa tra Seduta congiunta e l’Euregio Tirolese: «l’Assemblea, organo supremo dell’Euregio, sarà portata da dodici a quindici membri: ogni Consiglio invierà infatti un ulteriore rappresentante – dice la presidente Ledl-Rossmann -. Ciò significa che non solo i Consigli saranno più fortemente rappresentati nell’Euregio, ma anche l’elettorato». 

«Inoltre, in futuro l’Euregio Tirolese avrà anche la possibilità di concludere accordi e convenzioni con enti pubblici: questo permetterà alla Seduta congiunta di cooperare ancora più strettamente con il Gect», sottolineano i presidenti dei Consigli delle province autonome di Bolzano e di Trento, rispettivamente Josef Noggler e Walter Kaswalder. Le nuove regole saranno sottoscritte nel corso della prossima Assemblea dell’Euregio, il 28 gennaio.

Ledl-Rossmann ha anche proposto di costituire singole commissioni Euregio Tirolese presso i tre Consigli, «in modo da portare i temi che sono rilevanti per la cooperazione interistituzionale anche nel lavoro quotidiano delle assemblee provinciali». È stato inoltre proposto di istituire gruppi di lavoro trasversali per trattare questioni specifiche, come il traffico. L’attuazione delle proposte presentate è ora responsabilità dei rispettivi parlamenti dei tre territori, in stretta consultazione con i tre presidenti.

Nel corso della seduta, il presidente del GECT Platter ha informato anche sui temi centrali della sua presidenza, tra i quali emerge la questione Coronavirus: per far fronte alla pandemia, già dopo la conoscenza dei primi casi di Covid-19 è stata costituita un’unità di coordinamento a livello Euregio Tirolese. Anche l’agevolazione graduale e specifica dei passaggi di frontiera per pendolari, fornitori di servizi e componenti delle stesse famiglie è stata ottenuta in larga misura grazie allo stretto coordinamento tra le tre province. Per Platter era comunque importante anche portare avanti i progetti Euregio nonostante la pandemia: tra questi, vanno citati i progetti “Euregio 2 Plus”, ovvero il biglietto giornaliero del trasporto pubblico per muoversi nell’Euregio Tirolese, la strategia Euregio per l’idrogeno e l’iniziativa annuale “Euregio fa scuola”.

Ai membri della Commissione interregionale è stata anche presentata una relazione sullo stato attuale di attuazione delle 16 mozioni approvate nell’ultima Seduta congiunta. Il segretario generale GECT, Matthias Fink, ha citato in quest’ambito anche le sfide incontrate durante il lavoro comune a causa della pandemia. Nonostante il veloce passaggio a una comunicazione digitale, in molti settori sono necessari incontri di persona. «Ciononostante – ha detto Fink – sono stati fatti grandi passi avanti in quasi tutti gli iter di attuazione delle mozioni».

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, consultate i canali social:

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata