Patrimonio immobiliare pubblico: investire 39,1 miliardi per riqualificarlo

Appello di Nomisma e Rekeep al Governo Draghi. Insufficienti gli 8 miliardi finora previsti. Utilizzare i fondi europei per ammodernare gli edifici.

0
193
riqualificazione patrimonio immobiliare pubblico

Prevedere nel “Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza” un investimento complessivo «pari a 39,1 miliardi di euro per interventi di riqualificazione energetica e sismica del patrimonio immobiliare pubblico non residenziale»: è l’appello che chiedono l’istituto di ricerca Nomisma e Rekeep, capofila del principale gruppo italiano attivo nella gestione mobiliare e dei servizi connessi, in una lettera inviata al presidente del Consiglio dei ministri, Mario Draghi e ai ministri Daniele Franco (Mef), Patrizio Bianchi (Istruzione) e Roberto Cingolani (Transizione ecologica). 

Un simile investimento «risulta in grado di garantire all’Italia un programma integrale di investimenti su tutti gli uffici comunali e le scuole territoriali, in larga parte datati e con rilevanti necessità di riqualificazione. La cifra attualmente prevista nel Piano, pari a circa 8 miliardi di euro – argomentano Nomisma e Rekeepnon risulta sufficiente per attuare tutti gli interventi necessari, ponendo anche pesanti interrogativi sulle priorità tra gli stessi». 

L’ammontare complessivo dell’investimento necessario è stato calcolato da Nomisma sulla base di un’analisi approfondita del patrimonio immobiliare degli enti locali portata avanti nell’ambito dello studio svolto con Rekeep, secondo cui l’investimento complessivo pluriennale pari a circa 39 miliardi di euro, potrebbe generare un effetto moltiplicativo sul Pil italiano pari a 3,6 volte la somma investita e la creazione di 870.000 nuovi posti di lavoro, oltre ad effetti ambientali positivi con la riduzione delle emissioni di CO2 pari a circa 934.000 tonnellate annue e risparmi energetici pari a oltre 450 milioni di euro all’anno, senza trascurare la rivalutazione del valore degli immobili pubblici di oltre il 30, oltre a un aumento della sicurezza degli edifici ed una riduzione delle spese di manutenzione. 

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, consultate i canali social:

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata