Come tenere a posto i fari dell’auto

Istruzioni su come controllare ed effettuare piccole manutenzioni da sé.

0
6486
fari

A bordo delle auto, i fari sono una delle componenti più delicate e determinanti per la sicurezza: un controllo periodico della loro integrità è utile per vedere bene la strada e, soprattutto, per farsi vedere.

Lampade alogene.

Le parti di un faro sono costituite dall’alloggiamento, il riflettore, il vetro di dispersione, il bordo, i fili conduttori presenti e anche il portalampada. La componente ottica collegata al cerchio con gli scrocchi a molla è costituita dal vetro di dispersione, dal riflettore e dalla lampada. Per quanto riguarda il montaggio del cerchio, si fissa al corpo con le viti di collegamento. 

Inoltre, il componente ottico è montato da molle e viti di regolazione sulla maggior parte del corpo della sorgente luminosa. La funzione dello specchio o è quella di dirigere il raggio del sole e riflettere il sole. La superficie interna di questo componente è obbligatoriamente lucidata e rivestita con vernice, uno strato sottile di metallo o cromo.  è necessario il vetro di dispersione, che ha una forma convessa all’esterno, e il suo lato interno è coperto con prominenze di luce rifrangente.

Le prominenze sono postate in modo che il punto luminoso, che è formato come risultato del funzionamento degli elementi, assunse la forma di un’ellisse e sia orientato verso il basso. Inoltre, per convenienza e corretta installazione, sul vetro c’ è la designazione “Top”. Il riflettore del faro è dotato di un portalampada con tre forature a forma di “I”, necessarie per l’entrata di prominenze del coperchio fenolico, che prevede un’apertura per cavi. La luce del faro, o il termine tecnico – un fascio di luce è regolata da due vie – da vite, che cambia la posizione dell’elemento ottico, o un giunto sferico, che anche gira i fari.

Naturalmente, fornire tutte queste parti leggere – può essere una lampadina che racchiude una base di metallo, contatti, una bottiglia di vetro e filamenti di elementi metallici incandescenti. Ad esempio, la sostituzione della lampadina della sorgente di luce è piuttosto semplice e non devi essere costretto a spostarti in garage per questo. Tuttavia, se la fonte di luce della tua automobile è rotta a causa di un incidente o di un parcheggio sfortunato, non preoccuparti! Ti consiglio di leggere i suggerimenti seguenti.

I passaggi da seguire per modificare una lampadina di raggruppamento sono:

1) Disinserire l’accensione e assicurarsi che l’unità zona fari sia spenta e fredda

2) Togliere la copertura protettiva

3) Scollegare il connettivo, applicando la forza adeguata senza danneggiarlo

4) Sgancia la clip metallica ed estrai la lampadina bruciata

5) Inserire quello nuovo posizionando la lampada nella sua posizione originale.

6) Ricollegare il connettivo elettrico e chiudere adeguatamente la copertura protettiva.

Lampade Xenon ad alta tensione. 

Sostituire una lampada Xenon c’è bisogno di molto spazio di manovra e generalmente è necessario anche smontare anche il faro; tuttavia, spesso questo non è il motivo per cui le case automobilistiche consigliano ai clienti di contattare la rete di assistenza se una lampada xenon viene bruciata. Insomma, ad un tecnico specializzato, i lavori sono abbondanti più facili e anche i risultati sicuri.

I passaggi da seguire per cambiare lampada Xenon, rispettandole norme di sicurezza sono:

1) Togliere la calandra in gomma sul retro della fonte di luce

2) Scollegare il cavo ad alta tensione una volta scollegata la batteria o il fusibile

3) Ruotare la lampada in senso antiorario di 1/6 di giro

4) Eseguire la procedura inversa per fissare insieme il nuovo

Cosa vorresti capire riguardo alla sostituzione della maggior parte dei fari: durata, guasti gravi e loro sintomi, consigli e suggerimenti

La durata di servizio dei fari non ha limiti.

Se compaiono sintomi di guasto, le parti dovrebbero essere sostituite.

Spesso, la maggior parte dei fari perde la propria capacità operativa a causa della scadenza della vita utile delle lampade. Inoltre, sono possibili problemi associati all’offerta di strutture: danni ai cavi e allentamento della loro associazione, ossidazione dei contatti.

In presenza di tali guasti, di regola, i fari si attenuano, lampeggiano, si illuminano in una modalità (abbaglianti o anabbaglianti) o non si illuminano minimamente.

Per diagnosticare i guasti, una lampada operativa dovrebbe essere prima ostruita nel connettivo di alimentazione della sorgente più luminosa. Proprio in caso di accensione, il motivo del malfunzionamento dell’ottica risiede nella combustione delle lampade. Se manca la reazione della lampada operatoria, il circuito di offerta dell’impianto dei fari si è rotto. In questo caso occorre prima controllare il relè di accensione dell’illuminazione anteriore e anche i fusibili della sorgente luminosa.

La lampada deve essere toccata esclusivamente mentre si trasportano guanti puliti, poiché le macchie di grasso sulla lampadina possono farla sfocare durante il riscaldamento. È consigliabile sostituire l’involucro di protezione della calotta della sorgente di luce allo stesso tempo perché la lampada.

Informazioni sui fari tratte dal sito www.pezzidiricambio24.it

informazioni sulle lampade prese dal sito www.sicurauto.it

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, consultate i canali social:

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata