Dpcm, per il Gip di Reggio Emilia sono illegittimi. Si apre il nodo degli indennizzi

Lo Sciacchiasassi analizza la portata della sentenza passata in giudicato per il sistema economico italiano.

0
333
dpcm

C’è voluto quasi un anno per arrivare al dunque a seguito di una denuncia a carico di due cittadini emiliani: il Gip di Reggio Emilia ha stabilito che i Dpcm che regolano la vita delle persone in epoca di Covid-19 sono illegittimi, in quanto normano con un atto di valenza amministrativa aspetti della vita e dell’attività di persone e imprese che sono solo regolabili da atti legislativi (legge, decreto legge, ecc.).

La sentenza, anche se non ha lo stesso valore di una emanata a sezioni unite da parte della Corte di Cassazione, mette per la prima volta un punto fermo: i divieti alla libertà delle persone decise dal governo BisConte con i Dpcm sono illegittimi e, come tali, come se non fossero mai esistiti.

Peccato solo che, nelle more del giudizio di merito da parte del Tribunale reggiano, siano passati molti mesi, con tanti problemi causati a persone ed imprese cui ora qualcuno dovrà rendere finalmente conto, almeno sul piano della rifusione dei danni ingiustamente causati.

Buona Visione.

<iframe width=”560″ height=”315″ src=”https://www.youtube.com/embed/C43fXQX-FIo” frameborder=”0″ allow=”accelerometer; autoplay; clipboard-write; encrypted-media; gyroscope; picture-in-picture” allowfullscreen></iframe>

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, consultate i canali social (ed iscrivetevi al canale Telegram per non perdere i lanci):

YouTube

https://youtu.be/C43fXQX-FIo

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata