Lettera dalla Germania con minacce di morte per il consigliere Urzì

Nel mirino le denunce dell’esponente altoatesino di Fratelli d’Italia contro gli Schüetzen.

0
736
minacce di morte

Il consigliere regionale del Trentino Alto Adige di Fratelli d’Italia, Alessandro Urzì, ha denunciato di aver ricevuto una lettera anonima inviata dalla Germania contenente minacce di morte. «Basta attacchi agli Schüetzen, altrimenti il sangue italiano scorrerà sulle strade dell’Alto Adige» reca uno dei passaggi della lettera. 

«Respingo con forza ogni tentativo di farci tacere, reagiremo con la civiltà di sempre, perché la stragrande maggioranza dei nostri concittadini e degli amici austriaci è composta da persone per bene che respingono le provocazioni e le cattiverie ma soprattutto la violenza, verbale e certamente fisica», afferma Urzì che ha consegnato la lettera minatoria recapitatagli in Consiglio provinciale alla polizia per gli accertamenti del caso. 

«Prendo atto delle numerose attestazioni di solidarietà pervenutemi – ha ringraziato Urzì -. Rammento come ritengo pericoloso tacere di fonte alla riesumazione, attraverso atti di questo tipo, di atteggiamenti di minaccia estesi all’intera comunità di lingua italiana dell’Alto Adige. Come già tragicamente accaduto in passato».

«Piena solidarietà e vicinanza al consigliere provinciale e regionale di Fratelli d’Italia in Trentino Alto Adige Alessandro Urzì, minacciato di morte con una lettera anonima inviata dalla Germania. Un’intimidazione ignobile che non ci spaventa – scrive in una nota la leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni -: FdI continuerà a battersi in Parlamento e in ogni sede per difendere l’italianità dell’Alto Adige e tutelare gli interessi della comunità italiana che lì vive e lavora. Ci auguriamo che i responsabili di questo atto vile siano individuati il prima possibile e puniti severamente».

Anche la parlamentare vicentina di FdI, Maria Cristina Caretta, interviene per esprimere solidarietà al collega di partito: «totale solidarietà al mio amico e collega di partito il consigliere provinciale e regionale del Trentino Alto Adige Alessandro Urzì, vittima di gravi intimidazioni anonime provenienti dalla Germania. Le minacce di morte non spaventano Alessandro e tutti noi che, insieme a lui, continueremo a difendere il bene e gli interessi italiani».

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, consultate i canali social (ed iscrivetevi al canale Telegram per non perdere i lanci):

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata