Una piattaforma per favorire le aggregazioni tra imprese del Nord Est

0
61

Si chiama Prisma M&A ed è nata nel Nordest la piattaforma informatica per favorire operazioni quali acquisizioni, cessioni e aggregazioni di imprese e per raccogliere le opportunità di sviluppo dal mercato. Un’iniziativa pensata e promossa da sette professionisti del Nord Est, titolari di studi e società di consulenza, che hanno colto l’opportunità della digitalizzazione di molti servizi, favorita della pandemia.

L’obiettivo dei fondatori è di mettere a disposizione, in un momento particolarmente difficile e carico di incognite per il sistema economico, l’esperienza maturata in decenni di attività e confluita nei due volti di Prisma M&A: quello territoriale, che si rivolge in particolare al Nord Est e quello dell’affiancamento, che si rivolge ai tradizionali consulenti delle società, per fornire loro contenuti e competenze di supporto.

Le opportunità per la crescita delle imprese

Tra le opportunità di acquisto/vendita ci sono attualmente 25 aziende in piattaforma, mentre sono già 20 i professionisti accreditati, con numeri in costante crescita. Ogni azienda presente nella piattaforma è classificata con i dati relativi al tipo di operazione, le finalità, le informazioni anonime sul settore, i prodotti/ servizi, i mercati di riferimento, l’organico di collaboratori, le sedi e stabilimenti, i fatturati, la marginalità, il patrimonio e la posizione finanziaria.

Ci sono due tipologie di figure professionali attive in Prisma: gli advisors e gli accreditati. Gli advisors partecipano attivamente allo sviluppo della piattaforma e assistono gli interessati nelle varie fasi del processo. Gli accreditati possono richiedere le informazioni sulle opportunità esistenti, cooperano con l’advisor nello svolgimento del processo e condividono le nuove opportunità tramite un advisor. Spetta ad un comitato indipendente valutare le domande di accredito e le posizioni degli advisors.

“Riteniamo che la piattaforma Prisma M&A possa costituire un utile strumento di comunicazione fra professionisti e imprese, aperto a quanti vedono nella circolazione di idee e informazioni e nella collaborazione fra colleghi e imprese opportunità di creazione di valore di reciproco interesse – dichiara Alberto Borelli consulente d’impresa di Treviso tra i fondatori del progetto Prisma – L’emergenza sanitaria impone all’impresa di adottare formule e approcci innovativi per superare gli effetti della crisi economica, diretta conseguenza di quella sanitaria. La ridefinizione delle strategie d’impresa spinge alla ricerca di formule di aggregazione, si partnership e di riassetto proprietario che, con il sostegno della finanza e il supporto dei professionisti esperti, possono trovare in Prisma M&A uno strumento agile e innovativo per favorire tale processo”.

Oltre alle opportunità dai protagonisti del mercato, nella piattaforma confluiranno degli approfondimenti sull’M&A con un focus sulle caratteristiche delle imprese del Nord Est, relativi soprattutto a quelle realtà industriali che, per caratteristiche dimensionali e attitudine, raramente si prestano ad essere prese in considerazione dagli investitori istituzionali.

Costituita nella forma di Start-Up innovativa, Prisma rappresenta una sintesi delle competenze di dottori commercialisti, avvocati, consulenti di direzione, consulenti finanziari, esperti informatici e imprenditori e vede tra i soci fondatori: Alberto Borelli di Treviso; Gino Colla di Udine; Consuldata di Venezia; Multiconsult di Vicenza; Studio Associato di Consulenza Tributaria di Padova; Pro Strategy di Bolzano; Gianesin, Canepari & Partners di Treviso.