Bucci Composites lancia il primo cerchio auto in fibra carbonio

L’azienda faentina è riuscita a far omologare al tedesco Tuv un prodotto più leggero di 6 kg rispetto all’alluminio forgiato.

0
1286
cerchio auto in fibra carbonio

È romagnolo e di Faenza, frutto di cinque anni di lavoro e di ricerca, con investimento di 5 milioni di euro parte finanziati attraverso il progetto europeo Horizon 2020 per la progettazione e realizzazione di un cerchio auto in fibra di carbonio, più leggero dal 30 al 50% di uno in metallo il cerchione auto stradale da ben 22 pollici realizzato interamente in carbonio, il primo – a livello internazionale – a terminare il percorso di test previsto dall’ente tedesco Tuv-Technischer Uberwachungsverein. 

A realizzarlo la Riba Composites del gruppo Bucci Composites, attivo nella progettazione, industrializzazione e produzione di componenti in materiale composito per i settori automobilistico, aerospaziale, industriale e navale. Ad oggi nessun produttore di cerchi auto in fibra di carbonio era mai riuscito a completare il severo programma dell’ente germanico. 

Rispetto all’equivalente cerchio in alluminio forgiato, il cerchio in fibra di carbonio sviluppato da Bucci Composites garantisce un risparmio di peso di 6 kg per ruota permettendo di affinare la precisione dello sterzo grazie all’inerzia rotazionale ridotta e una migliore messa a punto delle sospensioni resa possibile da una diminuzione del peso delle masse non sospese. 

Alla Riba Composites di Faenza, una delle cinque aziende che fanno parte del gruppo Bucci, si sono dotati di un impianto particolare con una pressa con una forza di 2.500 tonnellate che serve a produrre pezzi in carbonio riducendo l’utilizzo dell’opera manuale necessaria nell’approntamento dei vari pezzi, abbassando conseguentemente i costi del prodotto finito e consentendo anche una maggiore produzione che rimane pur sempre di una nicchia esclusiva fatta da auto sportive esclusive. 

Lo sviluppo del nuovo cerchio auto in fibra di  carbonio della Riba è avvenuto grazie al supporto del Fraunhofer Institute for Chemical Technology e insieme ad altri partner (l’Università di Bologna e la Apptech srl).

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscrivetevi al canale Telegram per non perdere i lanci e consultate i canali social della Testata:

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata