Dolomiti Energia holding, nel 2020 utili per 237,7 milioni di euro (+9,7%)

Nominato il nuovo consiglio di amministrazione con la quasi uscita dei soci privati e il rafforzamento di quelli pubblici.

0
192
dolomiti energia holding

L’assemblea dei soci di Dolomiti Energia holding (Deh), la cassaforte di gran parte dell’energia idroelettrica e della distribuzione dei servizi pubblici (acqua, gas, energia, ecc.) del Trentino ha approvato i risultati 2020 del gruppo, approvando un bilancio caratterizzato da 1.397 milioni di euro di proventi consolidati (-6,9% rispetto al 2019) e un risultato operativo lordo consolidato (Ebitda) pari a 237,7 milioni di euro (+9,6%). 

Malgrado l’esercizio sia stato influenzato dall’evoluzione della pandemia, tutti i comparti di attività hanno registrato dati incoraggianti, con l’eccezione del solo comparto della produzione idroelettrica, penalizzato dal negativo andamento dei prezzi di mercato dell’energia. 

La posizione finanziaria netta del gruppo risulta negativa pari a 354 milioni di euro, in peggioramento (+16,7%) rispetto all’anno precedente per effetto degli investimenti, pari a 108,9 milioni di euro, e delle operazioni di consolidamento di alcune linee di mercato. 

Il risultato operativo consolidato (Ebit) è pari a 174,7 milioni di euro (+13,7% rispetto al 2019), mentre il risultato di esercizio consolidato ammonta a 97,6 milioni di euro (+21,1%). 

L’assemblea dei soci di Dolomiti Energia holding ha provveduto anche a rinnovare il consiglio di amministrazione, che rimarrà in carica fino all’approvazione del bilancio al 31 dicembre 2023. Il nuovo consiglio è composto da 12 membri, designati sulla base delle liste presentate dagli azionisti pubblici e privati. 

Massimo De Alessandri è stato confermato presidente su nomina del comune di Rovereto, mentre Giorgio Franceschi, amministratore delegato del gruppo Isa (la finanziaria della Curia trentina) diviene vicepresidente al posto del rappresentante dei soci privati di Finanziaria Trentina, che hanno annunciato la prossima cessione del 5% del pacchetto d’azioni posseduto (11,87%) al fondo d’investimento inglese Equitix. 

Il nuovo consiglio di amministrazione si compone quindi di cinque membri espressione dei soci privati: due rappresentanti di Finanziaria Trentina (prima erano tre: l’imprenditore Alessandro Lunelli e l’ex vicepresidente di Deh Massimo Fedrizzi, amministratore e direttore di Ft), mentre gli altri tre consiglieri sono della lista congiunta presentata da Fondazione Caritro (possiede il 5,32% delle azioni di Deh) e Istituto atesino di sviluppo (4,17%). Sono l’amministratore delegato di Isa (e neo presidente di Deh) Giorgio Franceschi, Eleonora Stenico e Giorgio Rossi. 

Gli altri sette consiglieri sono espressione della lista presentata dai comuni di Trento e Rovereto insieme alla Provincia tramite FinDolomiti energia (possiede il 44,77% delle azioni): sono Paolo Decarli, Daniela Salvetti, Marco Merler, Chiara Tomasi, Massimo De Alessandri, Silvia Arlanch e Simone Canteri (direttore dell’Azienda consorziale servizi municipalizzati di Primiero). 

Prima riunione del nuovo vertice di Dolomiti Energia holding il 5 maggio per ufficializzare l’amministratore delegato (confermato Marco Merler) e i membri del comitato esecutivo, con un primo sguardo sulle prossime mosse, tra cui quello del rinnovo delle concessioni degli impianti idroelettrici in scadenza.

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscrivetevi al canale Telegram per non perdere i lanci e consultate i canali social della Testata. 

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata