Manifestazioni spontanee in tutt’Italia per abolire il coprifuoco alle 22.00

Numerosi gli eventi, autorizzati e non, per cancellare un provvedimento che no limita le diffusione pandemica, ma che vincola pesantemente l’economia e la vita sociale dei cittadini.

0
170
coprifuoco

Tra la fine di aprile e l’inizio di maggio, in tutt’Italia si sono svolte decine di manifestazioni spontanee, autorizzate e non, anche con la partecipazione di molti amministratori pubblici e parlamentari, per chiedere da parte dei cittadini e dei movimenti l’abrogazione del coprifuoco alle ore 22.00 o, quantomeno, il suo spostamento dalle ore 23.00 o, meglio, alle 24.00.

Ti piace la rubrica giornaliera de “Lo Schiacciasassi”? Iscriviti qui sul canale YouTube di “ViViItalia Tv”

Lo Sciacciasassi” in questa puntata si occupa di questo fenomeno spontaneo che segue le varie iniziative che si sono svolte nei giorni scorsi per la riapertura delle varie attività chiuse causa confinamento. Se per la riapertura qualcosa si è fatto – ma molto rimane da fare ad iniziare dall’ingiustificato permanere del divieto di apertura dei centri commerciali nei fine settimana e nelle giornate antecedenti i festivi -, viceversa la bandiera del coprifuoco generalizzato alle ore 22.00 piantato dal ministro alla Salute e dalla sinistra è rimasto ben fisso. 

Una decisione contradditoria, in quanto il Covid-19 non è ancora scientificamente accertato che abbia cognizione del tempo e, conseguentemente, non dovrebbe accorgersi se il coprifuoco scatti alle 22.00 o più tardi o non ci sia affatto. Comunque sia, la chiusura generalizzata alle 22.00 penalizza non poco gran parte dell’economia – si pensi, ancora una volta, ai locali pubblici, per non dire di teatri, auditorium, cinema solo per citarne alcuni – e che rischia di essere un boomerang per l’attrattività turistica internazionale del Paese, come hanno già denunciato le organizzazioni del turismo.

La soluzione è di rivedere al più presto una decisione che non ha alcun supporto scientifico, come condividono anche molti esponenti dell’attuale maggioranza di governo, ad iniziare dalla prossima metà maggio, quando dovrebbe esserci una valutazione della situazione e dei vari provvedimenti presi.

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscrivetevi al canale Telegram per non perdere i lanci e consultate i canali social della Testata. 

YouTube

https://youtu.be/nnWRe7uuOW0

Telegram

https://t.me/ilnordest

https://t.me/ViviItaliaTv

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata