Jonix rinnova la governance e l’organo di controllo in attesa del debutto in Borsa

0
71

L’assemblea della padovana Jonix ha rinnovato la governance e approvato il progetto di quotazione sull’AIM di Borsa Italiana, con il debutto previsto entro il primo semestre del 2021.

Nel consiglio di amministrazione, presieduto da Mauro Mantovan, siedono l’amministratore delegato Antonio Cecchi e i consiglieri Luca Galletti e Fabrizia Turchi, mentre il collegio sindacale, presieduto dal commercialista veronese Mauro Melandri partner Unistudio, è composto dai sindaci effettivi i commercialisti Dante Carolo di Padova e Simone Tempesti di Pisa.

L’operazione di quotazione prevede un aumento di capitale rivolto a investitori istituzionali italiani ed esteri e ad investitori professionali e al dettaglio, finalizzato a sostenere una strategia di M&A e ad accelerare il percorso di crescita organica focalizzato sullo sviluppo del core business sostenibile mediante l’R&D e il lancio di nuove soluzioni e servizi.

Nel 2020, la società ha realizzato ricavi pari a circa 5,5 milioni, di cui il 15% all’estero. L’Ebitda adjusted è stato pari a circa 1,7 milioni, mentre l’utile netto è stato di circa 1 milione. La posizione finanziaria netta è pari a circa 470 mila euro.

Jonix progetta e produce soluzioni per la sanitizzazione dell’aria indoor: apparecchiature che si occupano di migliorare in maniera significativa alla qualità dell’aria inattivando prevalentemente batteri muffe e virus.

Scopri tutti gli incarichi: Dante Carolo – Siviero e Associati; Simone Tempesti – Tempesti TUV; Mauro Melandri – Unistudio;