Cultura transgender nelle scuole: il Lazio fa marcia indietro

Pressioni dal mondo trans di fare passare le proprie posizioni tra i più giovani in un momento fondamentale per la loro evoluzione psicologica. 

0
401
transgender

La regione Lazio ha fatto una rapidissima marcia indietro sulla possibilità di introdurre la cultura transgender nelle scuole con la motivazione di seguire i minori trans in Italia. Una proposta che è durata il volgere di poche ore, travolta dalle polemiche, con pochi che spingono per fare passare tra i più giovani posizioni che, francamente, sono forse un po’ troppo difficili da comprendere per delle persone in piena adolescenza alle prese con fondamentali cambi nel fisico e nella psiche.

Ti piace la rubrica giornaliera de “Lo Schiacciasassi”? Iscriviti qui sul canale YouTube di “ViViItalia Tv”

Il caso del Lazio non è il solo, visto che dagli ambienti trans si cerca sempre, con la motivazione di tutelarele persone, di supportare la posizione del “terzo sessospesso a danno dei due tradizionali, maschio e femmina. Si può discutere di come uno si possa sentire, ma di qui a supportare che le disforie di generesiano così diffuse come suppone la vulgata trans, ce ne corre.

La battaglia per il riconoscimento transgender passa anche attraverso la proposta di allestire un terzo bagno negli spazi pubblici per tutti coloro che non si sentono né maschi né femmine: tanto vale abolire del tutto le differenze di genere e lasciare libertà di cesso a tutti.

In questo contesto s’inserisce anche la travagliata discussione della legge Zan, approvata alla Camera e arenata al Senato che rischia di capovolgere la società e le relative tutele, facendo passare per “strano” quello che oggi è la normalità, facendo assurgere le nuove tendenze alla normalità.

Ce n’è abbastanza per fermarsi e riflettere seriamente su che modello di società sta per nascere che, a furia di includere e tutelare tutto e il suo contrario, rischia di travolgere principi e caposaldi consolidati in millenni di evoluzione umana.

Ecco come la matita graffiante di Domenico La Cava interpreta la situazione.transgender

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscrivetevi al canale Telegram per non perdere i lanci e consultate i canali social della Testata.

YouTube

https://youtu.be/-vTMuCxVCFM

Telegram

https://t.me/ilnordest

https://t.me/ViviItaliaTv

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata