Fondo Comuni Confinanti: la presidenza passa da De Menech a Bond

La nomina da parte del ministro agli Affari regionali Gelimini. Bond: «utilizzare le risorse economiche per un reale rilancio sociale ed economico della montagna». 

0
1180
fondo comuni confinanti
Il deputato di Forza Italia Dario Bond, neo presidente del Fondo Comuni Confinanti.

Il ministro per gli Affari regionali e le autonomie, Mariastella Gelmini, ha nominato l’onorevole Dario Bondcome suo delegato nel Comitato paritetico per la gestione del cosiddetto Fondo Comuni Confinanti.

La legge di stabilità 2014 prevedeva la sottoscrizione di un’intesa tra le province autonome di Trento e di Bolzano, le regioni Lombardia e Veneto, il ministero dell’Economia e delle finanze e il Dipartimento per gli Affari regionali della Presidenza del Consiglio dei ministri, avente ad oggetto la disciplina dei rapporti per la gestione delle risorse di questo Fondo che interessa i comuni appartenenti alle province di Regioni a statuto ordinario (Lombardia e Veneto) confinanti con le province autonome di Trento e di Bolzano.

Con un successivo accordo, è stato istituito un Comitato paritetico – composto dai presidenti pro tempore delle regioni Lombardia e del Veneto, dal ministro per gli Affari regionali e le autonomie e dai presidenti delle province autonome di Trento e di Bolzano o dai rispettivi delegati, con la partecipazione ai lavori dei presidenti delle Province di Belluno e Sondrio – proprio per gestire le risorse del Fondo.

Bond eserciterà la delega secondo le direttive impartite dal ministro Gelmini, al quale periodicamente riferirà in merito alle attività del Comitato e con il quale, comunque, si rapporterà per l’assunzione di decisioni di particolare rilievo.

«La mia nomina alla presidenza del Fondo Comuni Confinanti avviene in continuità con l’azione del presidente uscente, Roger De Menech, al quale va il mio ringraziamento per il lavoro svolto a favore delle comunità di montagna delle regioni ordinarie – commenta a caldo Bond -. Il mio impegno sarà di allocare nel modo più efficiente possibile le risorse del Fondo, che ammontano per i prossimi quattro anni ad oltre 400 milioni di euro. Se saranno spesi bene per interventi di lungo respiro, daremo un concreto sollievo ai disagi delle popolazioni di montagna attivandoun volano per il loro sviluppo sostenibile».

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscrivetevi al canale Telegram per non perdere i lanci e consultate i canali social della Testata.

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata