Bond: «un miliardo di euro di fondi per la montagna»

Ora l’impegno di Forza Italia è massimizzare la qualità della spesa. Per i comuni confinanti con le autonomie speciali di Trentino e Alto Adige si cumula anche il Fondo Comuni Confinanti. 

0
1057
fondo comuni confinanti

Il governo Draghi, grazie alla decisa azione del ministro agli Affari Regionali con delega alla Montagna, la forzista Mariastella Gelmini, è finalmente riuscito a fare approvare un fondo speciale per la Montagna con in dote 800 milioni di finanziamenti diretti e circa altri 200 milioni provenienti dal Pnrr e dai due fondi specifici per il settore finora esistenti. Un miliardo di euro specificamente destinato al 30% del territorio nazionale e ai suoi abitanti non si era mai visto.

«Personalmente, da rappresentante politico di un collegio di montagna che si è sempre battuto per far sì che anche la montagna e i suoi abitanti potessero avere le stesse occasioni dei residenti di pianura e delle grandi città, non posso che essere soddisfatto di tale decisione, che rafforza il ruolo di Forza Italia nel ridurre i divari territoriali che ancora oggi, purtroppo, caratterizzano ampie zone del Paese – afferma il deputato di Forza Italia, Dario Bond -. Inoltre, come neo delegato del ministro Gelmini alla gestione del Fondo Comuni Confinanti riservato a ridurre il divario esistente tra i comuni delle regioni ordinarie confinanti con le autonomie speciali di Trento e di Bolzano, le risorse del Fondo potranno aggiungersi a quelle nazionali, con notevoli benefici per le realtà interessate».

Per Bond «comunque sia, è necessario porre mano anche ad alcune modifiche istituzionali, volte a migliorare la vita dei cittadini e delle istituzioni operanti in montagna, ad iniziare dalla possibilità di incrementare la spesa corrente per assicurare i servizi indispensabili al mantenimento in vita delle comunità disagiate e dalla dotazione di personale dei comuni marginali, ad iniziare dai segretari comunali, figure estremamente carenti che impediscono alle varie amministrazioni di funzionare correttamente ed espongono gli amministratori pubblici locali, spesso attivi in una sorta di volontariato civile gratuito, a non trascurabili rischi in ordine a responsabilità amministrativa e penale».

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscrivetevi al canale Telegram per non perdere i lanci e consultate i canali social della Testata.

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata