Assemblea generale della Federazione Raiffeisen al Kurhaus di Merano

Herbert Von Leon confermato presidente. Nel 2020 le 329 cooperative (con 164.262 soci individuali) e 34 enti senza obbligo di revisione hanno fatturato 22 miliardi di euro. 

0
225
Raiffeisen
L'assemblea 2020 della federazione Raiffeisen.

Con un valore aggiunto di 1,4 miliardi di euro, nell’esercizio 2020 il movimento cooperativo altoatesino Raiffeisen si riconferma solido ed efficiente, nonostante la pandemia da Covid-19, come è stato sottolineato in occasione dell’assemblea generale della Federazione, durante la quale sono stati eletti il consiglio di amministrazione e il collegio sindacale.

«L’esercizio 2020 è stato un anno straordinario, che ha richiesto ancora più impegno e flessibilità alle cooperative associate», ha affermato il presidente riconfermato Herbert Von Leon nel suo intervento. Le 39 Casse Raiffeisen e la Cassa Centrale Raiffeisen dell’Alto Adige si sono riconfermate partner affidabili per soci e clienti, avendo prontamente garantito, durante l’emergenza, moratorie sui crediti e prestiti temporanei, oltre che mettendo a disposizione finanziamenti agevolati a famiglie e imprese. Le cooperative agricole hanno manifestato un andamento disomogeneo: quelle ortofrutticole hanno vantato una buona stagione commerciale nell’esercizio 2019/20, mentre quelle vinicole, a causa del confinamento, hanno vissuto un crollo del mercato insolito per il settore. Le cooperative lattiero-casearie hanno evidenziato un esercizio 2020 difficile ma stabile e quelle sociali hanno dovuto sospendere temporaneamente i servizi offerti a causa delle condizioni pandemiche. Anche le cooperative dei segmenti energetico, idrico, di consumo e servizi, sociale & non profit hanno dovuto affrontare nuove sfide con l’emergenza sanitaria, riuscendo tuttavia a portare a termine la loro missione.

6.000 euro il valore aggiunto lordo per nucleo familiare

Al termine del 2020, la Federazione Raiffeisen contava 363 soci, di cui 329 cooperative (con 164.262 soci individuali) e 34 enti senza obbligo di revisione. Alla stessa data, il 36% delle cooperative altoatesineaderiva alla Federazione Raiffeisen. «Nel 2020 le nostre cooperative associate hanno potuto riconfermare il loro importante contributo economico e sociale per la provincia – ha detto Von Leon -. Soprattutto durante l’emergenza sanitaria, il nostro modello commerciale ha dimostrato il suo valore attraverso flessibilità e coesione».

Le cooperative Raiffeisen vantano congiuntamente un totale di bilancio di 22 miliardi e un valore aggiuntodi 1,4 miliardi, corrispondente a oltre 6.000 euro di valore aggiunto lordo per ogni nucleo familiare altoatesino, assicurando lavoro a oltre 8.000 persone per un valore di 430 milioni di euro. Le prestazioni complessive erogate ai soci delle cooperative agricole nei comparti frutta, vino e latte per le merci conferite si sono aggirate sui 700 milioni di euro. Queste realtà costituiscono un saldo pilastro per le piccole aziende agricole, nonché una garanzia per la conservazione delle zone rurali.

Volano per la diversità cooperativa

«Le cooperative Raiffeisen rappresentano la quotidianità di molto altoatesini. Quasi ogni nucleo familiare trae vantaggio dalle prestazioni di una cooperativa», ha affermato il direttore generale Paul Gasser durante il suo intervento. Gasser ha spezzato una lancia a favore della grande diversità del movimento cooperativo: «insieme, le nostre cooperative formano un ecosistema unico di diversità imprenditoriale, che fa da contrappeso efficiente e benefico alla tendenza della globalizzazione».

Il direttore generale ha così sottolineato l’impegno costante della Federazione Raiffeisen per la tutela e la preservazione di tale diversità e dell’autonomia imprenditoriale delle cooperative associate. In tal senso, la Federazione Raiffeisen ha ottenuto ottimi risultati nell’esercizio 2020, tra cui il riconoscimento del sistema di garanzia istituzionale (IPS) per le Casse Raiffeisen da parte dell’autorità di vigilanza. Dopo anni di dure trattative, con l’IPS sono stati assicurati l’indipendenza e l’orientamento cooperativo delle 39 Casse, scongiurando la formazione di un’unione di imprese.

«Il raggiungimento del primo IPS in Italia è un esempio eccezionale della tutela degli interessi cooperativi», ha sottolineato Von Leon, evidenziando con gratitudine anche il necessario supporto politico.

Raiffeisen
Il presidente della Federazione Raiffeisen, Herbert Von Leon.

Un esercizio dinamico e di successo

Per la Federazione Raiffeisen, il 2020 è stato un esercizio movimentato, ma di successo. «In un contesto incerto dovuto al Covid-19, ci siamo concentrati, oltre che sulla tutela e sulla salute dei collaboratori, sul rafforzamento della stabilità e dell’efficienza delle cooperative associate» ha detto Von Leon.

Durante la pandemia, la Federazione Raiffeisen ha ampliato i suoi servizi di consulenza e supporto, che sono stati sempre più utilizzati e richiesti dai soci. Al contempo, ha portato avanti la riorganizzazione interna, promuovendo progetti strategici. Così, con la fondazione di RIS Scrl, il centro elaborazione dati della Federazione Raiffeisen è stato esternalizzato in una società consortile, a completamento del riassetto strategico dell’area IT.

Nell’esercizio 2020 è stata anche portata avanti la realizzazione di un centro di assistenza clienti e sono stati compiuti passi avanti verso la digitalizzazione. «In questo modo desideriamo non solo aumentare l’efficienza delle procedure, bensì anche rafforzare ulteriormente l’interazione digitale con i nostri soci», ha affermato Gasser. Oltre a numerosi altri progetti, nell’esercizio 2020 è stata sviluppata una strategia di marchio per promuovere il simbolo a cuspide come distintivo di azione cooperativa.

Organi societari

Durante l’assemblea generale della Federazione Raiffeisen sono stati eletti il consiglio di amministrazionee il collegio sindacale. Il nuovo consiglio di amministrazione è comporto da: Herbert Von Leon, Robert Zampieri, Andreas Tappeiner, Alois Karl Alber, Michael Bradlwarter, Georg Egger, Georg Kössler, Ursula Thaler, Thomas Oberhofer, Johann Josef Spechtenhauser, Johannes Runggaldier, Kaspar Platzer, Andreas Sapelza, Paulina Schwarz, Eva Pramstrahler, Nikolaus Kerschbaumer, Karl Hofer

Il nuovo collegio sindacale: Josef Auer (presidente), Andreas Josef Jud e Florian Kiem (sindaci effettivi), Manuela Hochrainer e David Feichter (sindaci supplenti)

Herbert Von Leon è stato confermato presidente, carica che riveste sin dal 2015. Sarà affiancato da Robert Zampieri in veste di primo vicepresidente e da Alois Karl Alber in veste di secondo vicepresidentee da Paulina Schwarz e Andreas Sapelza come membri del comitato esecutivo.

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscrivetevi al canale Telegram per non perdere i lanci e consultate i canali social della Testata.

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata