Giuseppi Conte pianta paletti (spuntati) attorno al governo Draghi

Prescrizione e reddito di cittadinanza sono proposte irrinunciabili del M5s, anche se hanno dimostrato oltre ogni dubbio di essere provvedimenti fallimentari come i bonus per l’auto elettrica.

0
280
conte

Con un atteggiamento degno di altre epoche e altri contesti, Giuseppi Conte da neo presidente del Movimento 5 stelle nell’incontro con il premier Mario Draghi ha piantato paletti (spuntati) attorno al perimetro del governo Draghi, di cui il M5s è partitonumericamente maggioritario, ma minoritario quanto a capacità di proposta e di attuazione.

Ti piace la rubrica giornaliera de “Lo Schiacciasassi”? Iscriviti qui sul canale YouTube di “ViViItalia Tv”

Conte punta in particolare su prescrizione e reddito di cittadinanza, due bandiere pentastellate su cui si sta per abbattere il rullo delle riforme, visto gli insuccessi che hanno collezionato, oltre ad essere, specie nel caso del reddito, solo un veicolo di malaffare e di truffe: non passa giorno che le cronache consegnino alla storia casi scoperti dalla Guardia di finanza dove ci sono comportamenti criminali, ultimo in ordine di tempo quello dei 1.500 extracomunitari africani di Genova che rischia di costare un botto ai contribuenti onesti. E chissà quanti altri casi come quello di Genova albergano lungo la Penisola, probabilmente soprattutto nel Sud Italia dove sono concentrati i percettori de “o’reddito” come viene appellato a Napoli e d’intorni, che non vengono scoperti solo per il ridoto numero di inquirenti disponibili.

Conte nel corso dei suoi due governi che ha guidato non ha lasciato un grande ricordo di provvedimenti che abbiano fatto la differenza in meglio per lo sviluppo del Paese, anzi: lo si ricorda più per i fallimenti, suoi e della sua sgarrupata delegazione M5s: oltre al reddito di cittadinanza e alla cancellazione sostanziale della prescrizione, il bonus per l’auto elettrica, il bonus per il monopattino, l’Anpal e i navigator, cui si potrebbe aggiungere anche il “Superbonus 110%”, di per sé giusto negli ideali, ma sbagliato per le modalitàdi applicazione, a partire dal livello di contribuzione pubblica che ha portato ad un vero e proprio fenomeno di speculazione sui prezzidei materiali edili, largamente ingiustificato rispetto all’andamento reale del mercato dei singoli beni. Per non dire dello scandalo del crollodel ponte Morandi a Genova dove, dopo la morte di 43 persone per via della manutenzione oltremodo scarsa da parte di Autostradeper l’Italia del gruppo Benetton, invece di revocare per giusta causa la concessione siete finiti con il riacquistare a caro prezzo (9 miliardi in soldoni, oltre a i debiti e a tutti gli oneri circa le mancate manutenzioni) la società, facendo il classico affarone (ma solo per chi vende, letteralmente ricoperto di soldi nonostante le vittime e le evidenti responsabilità sulle mancate manutenzioni su tutta la rete).

Caro Conte, “Lo Schiacciasassi” le un suggerimento: invece di continuare ad abbaiare alla Luna o alle scie chimiche (tra i suoi sodali c’è ancora qualcuno che ci crede…) porti il “suo” (finché Grillo glielo concede) Movimento su un più pragmatico e concreto livello, volto alla soluzione compiuta e concreta dei piccoli e grandi problemi che angustiano la società italiana. In caso contrario, più che un “patto della spigola” il suo (e di Grillo) non sarà altro che un “patto del tonno”, di quello in scatola, quelle scatole che si volevano aprire, ma appena apprezzati gli agi e le munificenze del Parlamento vi siete tutti – lei incluso – immediatamente attrezzati a richiudere a doppia mandata, con tanto di saldatura finale per impedire l’uscita.

Ecco come la graffiante matita di Domenico La Cava interpreta la situazione.conte

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscrivetevi al canale Telegram per non perdere i lanci e consultate i canali social della Testata.

YouTube

https://youtu.be/SKNPr2OB2SE?sub_confirmation=1

Telegram

https://t.me/ilnordest

https://t.me/ViviItaliaTv

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata