Cucciolo di orso incastrato tra due alberi: libero grazie ai forestali della provincia di Trento

Complessa operazione condotta in Val di Jon (comune di San Lorenzo Dorsino) con il supporto del Nucleo elicotteri per allontanare la madre che ha supervisionato l’operazione di liberazione.  Il video della liberazione. 

0
3226
orso

Gli uomini del Corpo forestale Trentino, con il supporto del Nucleo elicotteri della Provincia di Trento, hanno salvato un cucciolo di orso incastrato tra due alberi in Val di Jon, nel comune di San Lorenzo Dorsino con un’operazione particolarmente delicata, anche per via della presenza della madre accanto al piccolo di meno di un anno che non era più in grado di muoversi. Una volta liberato, il cuccioloha raggiunto mamma orsa senza riportare conseguenze fisiche.

Il cucciolo è stato trovato dal personale forestale che stava effettuando alcuni controlli programmati in zona. L’attenzione degli uomini del Corpo è stata attirata dai ripetuti lamenti dell’esemplare, provenienti da una precisa zona della valle. L’animale accompagnato dalla madre e da un altro cucciolo – era bloccato tra due piante in una zona impervia: aveva una zampa posteriore incastrata tra due rami di un albero schiantato e non era in grado di muoversi.

Una prima fase di controllo a distanza da parte dei forestali ha evidenziato che per l’orsetto non c’erano possibilità di liberarsi. Di qui la decisione di intervenire con estrema cautela: approcciare un cucciolo di orso con la madre presente è possibile solo in situazioni particolari e in condizioni di assoluta sicurezza. L’intervento senza alcuna copertura avrebbe infatti causato il comportamento aggressivo dell’esemplare adulto (per questo motivo, in caso di avvistamento gli escursionisti non devono avvicinarsi agli orsi e non rimanere nei paraggi ma piuttosto tornare sui loro passi).

Per raggiungere tempestivamente la val di Jon, il personale specializzato della squadra di emergenza orso – accompagnato dai cani – è stato trasportato sul posto con l’elicottero. La presenza del velivolo ha favorito l’allontanamento della madre e un operatore è potutointervenire con la motosega per tagliare la pianta che intrappolava il cucciolo di orso. Una volta liberato, l’animale è fuggito di corsa in direzione della madre mostrando di non aver subìto alcuna conseguenza dall’incidente. La sicurezza del forestale è stata garantita grazie alla copertura di un collega armato e di due unità cinofile a breve distanza, impegnate a controllare la posizione dell’orsa. Il tutto è avvenuto in costante contatto radio con l’elicottero che ha monitorato le fasi dall’alto, senza mai allontanarsi. Le operazioni, particolarmente delicate, si sono svolte rapidamente e nel migliore dei modi, grazie alla professionalità del personale coinvolto, sia del Nucleo elicotteri sia del Corpo forestale Trentino.

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscrivetevi al canale Telegram per non perdere i lanci e consultate i canali social della Testata.

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata