Istituto Spallanzani: il green pass è inutile

La ricerca condotta dall’istituto roma braccio scientifico del ministero della Salute evidenzia come anche i soggetti vaccinati siano portatori inconsapevoli del virus. 

0
1350
green pass

Il green pass è inutile, in quanto la certificazione verde non costituisce affatto un attestato di non contagiosità dei soggetti che abbiano fatto entrambe le dosi del vaccino anti Covid: lo stabilisce una ricerca effettuata dall’Istituto malattie infettive Spallanzanidi Roma, centro di ricerca dipendente direttamente dal ministero alla Sanità.

Ti piace la rubrica giornaliera de “Lo Schiacciasassi”? Iscriviti qui sul canale YouTube di “ViViItalia Tv”

Di fatto, la ricerca condotta dall’Istituto e pubblicata in anteprima dal quotidianoLa Verità”, evidenzia come uno studio su 94 soggetti contagiati (47,9% sintomatici, 52,1% asintomatici), avvenute nella Regione Lazio nel primo trimestre 2021, dopo la somministrazione del vaccino Pfizer, «i nostri dati mostrano che gli individui vaccinati che si infettano dopo la vaccinazione, sebbene rappresentino una piccola percentuale della popolazione vaccinata (0,3% nel nostro contesto), possono portare elevate cariche viralinel tratto respiratorio superiore, anche se infettati molto tempo dopo la seconda dose, cioè quando avrebbe dovuto essere sviluppata l’immunità correlata al vaccino».

Non solo: i ricercatori specificano come «ancora più importante, abbiamo dimostrato per la prima volta che il virus infettivo può esser coltivato da Nps (i tamponi nasofaringei, ndr) raccolti da individui vaccinati sia asintomatici che sintomatici, suggerendo che potrebbero essere in grado di trasmettere l’infezione a persone suscettibili e potenzialmente far parte delle catene di trasmissione».

Da quanto affermato dai ricercatori dello Spallanzani, di fatto il green pass è inutile, almeno come lo si vuole spingere da parte del governo ed in particolare dal ministero della Salute Roberto Speranza che, paradossalmente, lo ha finanziato.

Il problema è che si stanno penalizzando i cittadini non vaccinati togliendo loro libertà, inducendo false certezze negli altri facendo credere che i luoghi soggetti al green pass siano esenti dal virus perché come mettono nero su bianco i ricercatori, «il vaccino non conferisce l’immunità sterilizzante; pertanto, è ancora raccomandata l’adesione continua alle misure di prevenzionedella salute pubblica per gli individui vaccinati».

Di qui alcune conseguenze, specie in vista dell’obbligo generalizzato del green pass a partire dal 15 ottobre prossimo per accedereai luoghi di lavoro: più che chiedere la certificazione ai soggetti, molto meglio prevedere la reintroduzione dell’obbligo generalizzato di utilizzo della mascherina facciale per evitare la diffusione di aerosol da espirazione, con il vantaggio che tale disposizione può contribuire grandemente, come del resto successo anche l’anno scorso, alla riduzione della circolazione del virus influenzale che può essere confuso con il Covid. Inoltre, stante il risultato dello studio dello Spallanzani, sarebbe opportuno toglierel’obbligo di green pass che rischia di gravare pesantemente sull’operatività delle aziende e dei servizi pubblici, scegliendo altre forme per l’incentivazione della vaccinazione delle persone, che a questo punto è utile soprattutto per evitare l’insorgenza dei casi gravi che richiedano il ricovero in rianimazione.

Ecco come la graffiante matita di Domenico La Cava interpreta la situazione.green pass

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscrivetevi al canale Telegram per non perdere i lanci e consultate i canali social della Testata. 

Ti piace la rubrica giornaliera de “Lo Schiacciasassi”? Iscriviti qui sul canale YouTube di “ViViItalia Tv”

Ti piace “ViViItalia Tv”? Sostienici!

YouTube

https://youtu.be/Z5uGajOkP-g?sub_confirmation=1

Telegram

https://t.me/ilnordest

https://t.me/ViviItaliaTv

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata