Sentenza della Cassazione: «tassare le mance»

Decisione su ricorso dell’Agenzia delle entrate nei confronti di un cameriere di un albergo di lusso. Si apre il vaso di Pandora del fisco: allora bisogna tassare pure l’elemosina e il meretricio. 

0
674
mance

Anche se in Europa e, soprattutto, in Italia l’uso della mance al bar, ristorante e in albergo non è una tradizione consolidata, può capitare che qualche straniero la conceda, talvolta anche in misura munifica, all’operatore che ha particolarmente assistito l’ospite.

Ti piace la rubrica giornaliera de “Lo Schiacciasassi”? Iscriviti qui sul canale YouTube di “ViViItalia Tv”.

Ha fatto discutere il caso di un cameriere di un albergo di lusso della Costa Smeralda che in un anno ha raccolto mance per 84.000 euro (oltre allo stipendio regolare), tanto da incappare nelle maglie dell’Agenziadelle entrate che ha chiesto al malcapitato parte del grisbì, portando l’incauto dipendente in giudizio per evasione fiscale.

Il processo si è concluso con la sentenza della Cassazione che ha stabilito che le mance devono venire tassate, non per la loro tipologia di liberalità, ma perché connesse indissolubilmente con lo svolgimentodella mansione lavorativa.

Con la sentenza, le mance vanno sottoposte a Irpef e contributi Inps, ma si apre il problema per nulla trascurabile di come devono essere gestite, perché al momento l’esercizio fattura solo la prestazione erogata al cliente, mentre tutte le liberalità ne sono escluse. Stante la portata della sentenza, il dipendenteche incassa qualche mancia dovrebbe puntualmente staccare una ricevuta fiscale al generoso cliente, forse pure dotarsi di terminale Pos portatile e anche di Partita Iva. Un ginepraio.

Sarebbe particolarmente utile che il governo Draghi prendesse una rapida decisione in merito per evitaredi allargare il conflitto tra cittadini lavoratori e il fisco: stabilire che o le mance sono delle liberalità esentasse entro determinati tetti, oppure stabilire l’obbligatorietà della mancia, stabilendo che al totaledella prestazione erogata dall’esercizio vada aggiunta una percentuale fissa per mancia a chi ha servito il cliente.

La Cassazione nel prendere la sua decisione si è basata sull’articolo 51 del Testo unico delle imposte, per cui il reddito da lavoro dipendente comprenderebbe anche tutte le somme percepite nell’ambito del rapporto. Tra queste, ci sarebbero anche le mance, «sulla cui percezione – scrivono gli Ermellini – il dipendentepuò fare, per sua comune esperienza, ragionevole, se non certo affidamento».

Un passaggio, quello dell’«affidamento» che spalanca scenari inediti per la raccolta a strascico dei pesci piccoli del fisco, per cui anche un mendicante che chiede l’elemosina in un luogo di forte passaggio potrebbe essere soggetto alle pretese del balzello. Idem per la raccolta che i sacrestani fanno durante le funzioni domenicali nelle chiese. Ma lo scenario più ghiotto rimane l’estensione dello scontrino fiscaleanche alle gentili signore (o signori: dipende dai gusti) che offrono le loro attenzioni dietro regolare mercede, fino ad oggi regolarmente in nero ed esentasse. Certo, rimane il problema della quantificazionedelle prestazioni erogate, che potrebbe essere risolto con l’applicazione di un misuratore fiscale regolarmente soggetto a revisione metrologica annuale alle parti deputate alla bisogna: tante prestazioni, tante entrate e conseguenti tasse.

Ecco come la graffiante matita di Domenico La Cava interpreta la situazione.tassare le mance

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscrivetevi al canale Telegram per non perdere i lanci e consultate i canali social della Testata.

Ti piace la rubrica giornaliera de “Lo Schiacciasassi”? Iscriviti qui sul canale YouTube di “ViViItalia Tv”.

Ti piace “ViViItalia Tv”? Sostienici!

YouTube

https://youtu.be/s6amXqMh6Qs?sub_confirmation=1

Telegram

https://t.me/ilnordest

https://t.me/ViviItaliaTv

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata