Indagine di Transport & Enviroment: i camion a GNL inquinano come quelli Diesel

Impatto sul clima del gas liquido simile al gasolio nei test reali su strada. 

0
266
camion a gnl

I camion a Gnl alimentati da a gas naturale liquido non apportano alcun vantaggio alla riduzione delle emissioni climalteranti ed emettono più particelle cancerogene. Secondo le analisi condotte dalla Technical University di Graz, il risparmio di emissioni dei trasporti a Gnl dallo scarico è trascurabile rispetto al classico gasolio.

I camion Gnl non sono migliori per il clima rispetto ai convenzionali autocarri a Diesel e inquinano l’aria molto più di quanto sostengano i produttori, secondo nuovi test indipendenti condotti dall’associazione Transport & Environment (T&E), che ha commissionato i test su strada secondo cui solo i camion a zero emissioni come i veicoli elettrici a batteria dovrebbero essere supportati dai legislatori. Secondo T&E sarebbe opportuno escludere le stazioni di rifornimento Gnl dagli obiettivi delle infrastrutture di carburante dell’UE e di porre fine ai generosi sussidi governativi per i mezziGnl in tutti i paesi dell’UE.

Secondo l’analisi condotta su camion S-Way Gnl di Iveco, questi emettono il 13,4% in più di gas serra rispetto ai veicoli diesel Stralis in un arco di tempo di 20 anni. Poiché il metano ha un impatto sul riscaldamento molto più elevato di quello della CO2 nei 20 anni successivi al suo rilascio, il recente rapporto dell’IPCC ha dichiarato che la sua rapida riduzione è fondamentale per evitare aumenti catastrofici di temperatura.

Il risparmio di emissioni dei mezzi a Gnl allo scarico è trascurabile, secondo la Technical University di Graz, che ha testato le emissioni di CO2, metano e protossido di azoto. T&E ha analizzato lo scarico del metano e le emissioni di gas serra a monte.

«I mezzi pesanti a gas sono un vicolo cieco per la riduzione delle emissioni e anzi aggraveranno la crisi climatica attuale – afferma Fedor Unterlohner, responsabile del trasporto merci di T&E -. Solo i veicoli senza emissioni sono in grado di decarbonizzare il trasporto su strada. È ora che le stazioni di rifornimento a gas siano eliminate dagli obiettivi infrastrutturali dell’UE e che i governi smettano di incentivare l’acquisto di camion a Gnl».

L’analisi di T&E ha anche evidenziato che alimentare i camion europei con gas prodotto da fonti rinnovabili non è un’opzione. La domanda di biometano per i camion nei sei maggiori paesi europei supererebbe di gran lunga la quantità disponibile, anche con generosi sussidi volti ad aumentarne la produzione.

Il camion a Gnl è molto peggiore anche per le emissioni di particelle cancerogene durante la marcia in cittàe in aree extraurbane. Nei test ha emesso 37 volte più particelle ultrafini (PN) – che penetrano in profondità nel corpo e sono collegate ai tumori cerebrali – rispetto al Diesel. E sebbene i veicoli a gas si siano comportati meglio del Diesel per le emissioni di NOx, non ha prodotto i risparmi del 90% rivendicatidai produttori di camion.

«I camion a Gnl sono stati presentati come salvifici della qualità dell’aria, ma i test dimostrano che inquinano molto di più di quanto dichiarato dai produttori – afferma Unterlohner -. Sono anche molto più dannosi del Diesel per le particelle più piccole e nocive, anche nella guida in città, dove sono impiegati per le consegne. In definitiva, i camion a gas sono solo un’altra tecnologia a combustibile fossile che non potrà mai ripulire il trasporto merci».

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscrivetevi al canale Telegram per non perdere i lanci e consultate i canali social della Testata.

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata