Onis Visa vince anche in appello contro il Fisco

0
91

La Commissione Tributaria Regionale del Veneto, presieduta dal giudice Massimo Scuffi, ha riconosciuto le ragioni di Visa s.p.a. contro le pretese del Fisco. La società contribuente è stata assistita da GBA studio legale e tributario, con l’avvocato Massimiliano Leonetti e i dottori commercialisti Guido Gasparini Berlingieri e Marco De Marchis.

In primo grado era stata la Commissione Tributaria Provinciale di Treviso ad accogliere i ricorsi della società contribuente, annullando gli avvisi di accertamento relativi alle annualità 2012-2015 attraverso cui l’Agenzia delle Entrate aveva contestato la deducibilità di alcuni costi. In particolare il Fisco aveva ritenuto non deducibili alcuni costi riguardanti le provvigioni corrisposte alla società londinese West Limited, per le attività di procacciamento e vendita in Algeria dei macchinari prodotti da Visa. La Commissione, con sentenza del 2019, aveva accolto le tesi della difesa secondo cui l’inerenza dei pagamenti alla società londinese intermediaria era desumibile dal fatto che nelle annualità dal 2011 al 2014 vi era stato un fatturato di vendita in Algeria di circa 30 milioni di euro.

Una decisione confermata dalla CTR del Veneto che ha respinto l’appello del Fisco, confermato l’illegittimità degli avvisi di accertamento e condannato l’Agenzia delle Entrate al pagamento delle spese del giudizio.

Visa s.p.a. è una società del trevigiano attiva nella fabbricazione di motori, generatori e trasformatori elettrici ad alta tecnologia (gruppi elettrogeni) che esporta sia in Europa che sul mercato internazionale tra cui l’Africa.

Scopri tutti gli incarichi: Marco De Marchis – GBA Legale e Tributario; Guido Gasparini Berlingieri – GBA Legale e Tributario; Massimiliano Leonetti – GBA Legale e Tributario;